www—www—www

a destra Don Gho Luigi

 

 

 

 

 

Regione Braida

 

San Sebastiano

 

Il boschetto

 

bellissimo

 

Il castello

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Archivio di Stato Torino Sez. Riunite mappa del 1757

 

L'ex Molino del talco

 

 

 

 

 

 

 

 

1916

 

 

 

 

 

 

L'Ing. Caroglio Giacomo Sindaco dal 1944 - 1945

 

 

Giovanni Bonassi podestà dal 1926 al 1934

 

 

 

 

 

 

Agnese Ugues Sindaco dal 1999 al 2009

 

 

 

 

 

2014 Agnese Ugues Sindaco in carica

 

 

 

 

Comunicazione n. 2 Consiglio Comunale del 19 aprile 2019

 

Questo è il mio ultimo Consiglio Comunale dopo 24 anni di esperienza amministrativa nella maggioranza. Fare il Sindaco è stata una bellissima esperienza e ricoprire questo ruolo per 15 anni più 9 da vicesindaco è stata per me una palestra di vita e mi ha aiutata, da semplice cittadina, ad ampliare i miei orizzonti, ad essere meno polemica e più saggia, oltre ad avermi offerto la possibilità, grazie anche all’aiuto di molte persone, di apportare visibili cambiamenti nel nostro piccolo paese, volti a migliorare la vivibilità e la qualità della vita dei miei concittadini.
Quando ripenso a questo percorso, la memoria si riempie di tanti ricordi: limpidi, alcuni annebbiati, brandelli di fatti, pagine di vita. Riemergono i ricordi lieti come quando nel consenso cogli la fiducia della gente in te, nel tuo gruppo, nelle tue idee; senti che i concittadini ti affidano le loro speranze e i loro problemi perché credono in te come persona e come portatrice di valori. O come quando si è realizzata una bella opera o un nuovo servizio e si vede che funziona come deve e provi la soddisfazione di aver compiuto il bene comune, di aver attuato l’interesse di tutti: questa è una delle sensazioni più appaganti che una persona possa provare.
Rivivono anche i momenti più difficili in cui, magari anche solo per poco, ti senti impotente. Riemergono momenti di confronto, talvolta duri con gli avversari. Rivivono scorci di discussioni con gli amici della maggioranza, riunioni infinite di gruppi di lavoro per ricercare le soluzioni migliori ai vari problemi, in un confronto anche faticoso, ma sempre improntato al rispetto, alla collaborazione e allo spirito costruttivo. Quando poi si attraversano le vie e le piazze che si sono percorse migliaia di volte, gli angoli di cui si conosce pietra su pietra, affiorano alla mente i tanti interventi realizzati in questi anni: le opere pubbliche con i loro contenuti di strade, scuole, marciapiedi, parchi, illuminazioni, parcheggi, arredi urbani; riemerge lo sforzo compiuto in vari campi, lo sforzo per garantire condizioni di residenzialità sempre più appropriate. Rivivi la fisionomia dei luoghi ridisegnati dai progetti di pianificazione del territorio. Ripercorri il filo delle iniziative varate in collaborazione con le associazioni per rendere il Comune più vivo, la rete di servizi realizzati con le scuole, la socio-assistenza, gli anziani, i volontari.
Rivedi Sangano com’era e come è cambiata, sotto il profilo della qualità della vita. Nell’insieme di emozioni che emergono in questo ripercorrere 24 anni di vita, il ricordo più persistente e profondo, che non si stacca da dentro, è quello della gente.
In un Comune come il nostro ci si conosce quasi tutti e ti trovi nell’impatto diretto ed immediato con i problemi, quelli veri e urgenti che pressano l’esistenza individuale e quella collettiva e ti confronti con la necessità di doverli risolvere in termini concreti ogni giorno. Dietro ad ogni problema, ogni situazione ci sono le persone, non una folla anonima e senza volto, ma persone con il loro profilo preciso, con il loro carico di attese, giuste o meno giuste, di casi, di speranza, di delusione, con il loro carico di vita. E’ in quel ruolo che riscontri, nella lezione insostituibile dell’esperienza vissuta, cosa vuol dire agire in modo responsabile, ricercare il bene collettivo e operare per attuarlo. Sempre in quel ruolo sperimenti i limiti, tuoi di persona e di amministratore, limiti imposti dalle situazioni, ma impari anche che molti ostacoli non sono insormontabili; li puoi ridurre o addirittura eliminare, dipende dalla volontà di andare a fondo dei problemi, dalla determinazione a portare avanti il compito di rappresentanza che ti è stato affidato, dalla capacità di coinvolgere altre persone, enti, autorità, dalla capacità di credere nei valori umani e positivi e dalla passione per il lavoro che stai svolgendo.
E’ lì che si tocca con mano la filosofia amministrativa che deve coniugare efficienza e trasparenza, mediare le diverse esigenze e interessi sociali con la tutela del bene generale e si tocca con mano come legalità e legittimità non siano chimere o slogans di facciata, ma doveri di comportamento quotidiano per ogni decisione, per ogni atto da mettere in campo; è lì che si esperisce il senso di rispetto verso ogni cittadino, il senso, magari critico, ma di rispetto a tutto ciò che è pubblico, dal patrimonio alle istituzioni.
Dovendo fare un bilancio, con molta franchezza, mi ritengo soddisfatta dei risultati ottenuti e spero di aver lasciato delle buone tracce, facendo anche crescere, durante questo particolare mandato, un gruppo di persone che, sono certa, porteranno avanti la mia filosofia amministrativa: politica intesa come impegno civico e servizio ai cittadini. Sono orgogliosa di essere riuscita a dimostrare che ci si può occupare della “cosa pubblica” con molta onestà, serietà, impegno ed entusiasmo esclusivamente per il bene comune. Questi anni sono trascorsi velocemente, forse perché si sono realizzati molti obiettivi e devo dire che l’anonimo paese Sangano ora è conosciuto a tutti i livelli istituzionali e spesso è portato ad esempio di buona amministrazione da molte persone. Sono però anche felice di lasciare questo ruolo ad altri più giovani e sono convinta che Sangano non potrà che migliorare e continuare ad essere amministrata bene, proseguendo lungo questa strada con fiducia e perseveranza da chi, come me, è innamorato del suo paese e dei suoi concittadini.
Concludo ringraziando tutti i miei collaboratori, Assessori, Consiglieri e Dipendenti che hanno condiviso con me questo lungo percorso di crescita e i valori che sono stati alla base di ogni realizzazione del nostro programma; ringrazio i consiglieri di minoranza quando hanno fatto un’opposizione costruttiva; ringrazio in modo particolare i cittadini che mi hanno dimostrato in vari modi di apprezzare il nostro lavoro di questi anni, facendomi sentire la loro vicinanza. Ringrazio di cuore i Volontari di tutte le associazioni, ma un ringraziamento particolare desidero porgerlo a quei gruppi di volontariato che si occupano di chi ha bisogno: l’impegno profuso da Don Gianni per i ragazzi, i giovani e le famiglie; l’impegno del Sermig per chi è in difficoltà, del GVS per chi ne ha bisogno, della GEAPH, dell’AVIS, dell’AIB, dell’ANA ,dell’ANC durante le emergenze. Sarebbe estremamente difficile elencare gli innumerevoli interventi compiuti; molti di questi lavori non sono stati particolarmente visibili come, per esempio, quelli a carattere umanitario.
Un grande GRAZIE e un forte abbraccio a tutti i Volontari di Sangano.
Ringrazio tutte le Associazioni sportive per l’impegno dedicato ai nostri ragazzi, il Gruppo Anziani per le tante iniziative a favore dei soci, la Banda Musicale che ci accompagna nei momenti istituzionali, la Pro Loco e la Coldiretti per i numerosi eventi che ogni anno organizzano. Senza l’apporto dei Volontari, in generale, molte iniziative della nostra Amministrazione non si sarebbero potute concretizzare, pertanto li ringrazio di cuore. Ricordo anche un bellissimo e costruttivo percorso educativo a favore degli studenti, con le scuole di ogni ordine e grado: ringrazio tutti i Dirigenti che si sono avvicendati, i docenti e gli operatori scolastici..
Desidero ancora esprimere i miei sentimenti di gratitudine a tutti quei Dipendenti comunali che, in particolari occasioni, dopo aver bollato la cartolina, hanno dedicato tempo ed energie per la realizzazione di alcuni obiettivi a favore della collettività.
Infine, in modo particolare ringrazio per la collaborazione e la sincera amicizia Flavia Girardi e il Segretario comunale Dott. Russo che in questi anni ci ha sempre consigliato bene, nel rispetto della legalità di tutti gli atti amministrativi, con fattiva e fedele collaborazione, unitamente ai responsabili dei vari settori Paolo Di Murro, Roggero Pierangelo e Lidia Lovera, ora in pensione, ma ben sostituita con la ragioniera Patrizia Malano che ho avuto modo di conoscere ed apprezzare. Più in particolare ringrazio, le persone speciali del mio gruppo, Assessori e Consiglieri, e la mia famiglia che mi hanno aiutata, con la loro straordinaria sensibilità ed il loro incondizionato affetto, a superare i momenti più difficili: grazie di cuore!
A tutti auguro una gioiosa Pasqua e un buon lavoro a chi sarà eletto per amministrare il nostro bel paese.

Agnese Ugues

 

 

 

Alessandro Merletti Sindaco in carica