Trana

e le sue Borgate

San Giovanni
Ruata Pianca
Ruata Durand
Ruata Ciochin o Merlo
Colombè

San Giovanni

 

Mappa antica anno 1783 - particolare della Cassina Conte Gromis e Capella San Giovanni

Gromis Ill.mo Sig. Conte
2457 Capella sotto il titolo San Giovanni
2461 Cassina con corte
2450, 2460 bosco – 2451, 2453, 2456, 2459, 2463 campo – 2452, 2455 alteno – 2454 castagneto – 2458, 2459½ prato "feudale" – 2462 gerbido prativo

Ruata San Giovanni

Gastaldi Ill.mo Sig. Conte di Trana Gaspare Francesco Antonio Consignore di Trana
2465, 2469, 2470, 2471, 2496, 2498 campo
2466, 2468, 2474, 2485, 2487, 2497 bosco
2467, 2484 2491, 2495 prato – 2477 rivasso – 2490 gerbido
2472, 2479, 2486, 2489, 2493 castagneto – 2494 rippa imboschita
2473, 2475, 2476, 2478, 2488 alteno*
2480 Sito di casamenti con corte, che contengono la Borgata di San Giovanni
2481 feudale, 2482, 2492½ orto
2483 casa e orto
2492 casotto con corte

Borgata di San Giovanni

*L'alteno è un campo coltivato con piante di vite. La differenza con il tradizionale metodo di coltivazione della vite, che prende il nome di vigneto, è che nel campo di alteni la vite viene abbinata alla coltivazione di altre piante.

 

Ruata S. Giovanni - Cassina Conte Gromis - Cappella San Giovanni

Mappa Napoleonica anno 1813

Paviolo Giovanni fu Battista
255, 264, 356, 357 pastura- 256, 262, 345½, 354 prato – 265, 330, 332, 353, 355 campo – 266, 342, 345 bosco – 333 vigne – 334 castagneto
335 Cappella - (segnata in rosso)
341 casa rurale
Paviolo eredi fu Michele
337 casa
336 Cappella - (segnata in rosso)
338 giardino
351 vigna – 347, 358 pastura – 348, 350 castagneto – 329, 331, 352 campo – 267, 340, 343, 349, 359 bosco – 263, 344, 346 prato

Stato de cotizzi dell'anno 1777 - Paviolo Michele e Fu Giuseppe, negoziante in carbone

Particolare mappa Napoleonica anno 1813

Ruffinato Giuseppe fu Domenico - 171 casa
Ruffinato Michel Angelo fu Carlo - 152 casa
Ruffinato Gio Antonio fu Gio Battista - 154 casa
Ruffinato … fu Giorgio - 125 casa – 132 e 161 casa rurale
Ruffinato Felice fu Francesco - 128 casa
Ruffinato Michele fu Felice - 145 casa
Ruffinato eredi fu Tomaso - 138 casa
Ruffinato eredi fu Domenico - 143 casa

Ruffinato Gio Battista fu Francesco - 126 casa
Ruffinato eredi fu Gio Batta - 139 casa
Rufinato Gio Maria fu Antonio - 142 casa
Ruffinato Michele fu Francesco - 133 casa
Ruffinato Pier Anto fu Giuseppe - 134 casa
Ruffinato Gio Batta fu Carlo - 135 casa
Ruffinato Felice fu Carlo - 170 casa

Stato de cotizzi dell'anno 1778 della Borgata San Giovanni
negozianti in carbone

Ruffinato Franco fu Giuseppe
Ruffinato Carlo fu Giacomo
Ruffinato Giorgio fu Gio Antonio
Paviolo Michele fu Giuseppe

 

Case Paviolo e Cappella di San Giovanni

Mappa Rabbini anno 1867 - Borgata San Giovanni

Borgata San Giovanni - Case Paviolo - Cappella San Giovanni

 

 

 

 

Un antico forno

 

 

 

Ruata Pianca

 

Borgata Pianca

Valle del Sangone - Borgata Pianca

Ruata Pianca

Mappa antica 1783

Paviolo Giovanni Batta e, Carlo fratelli fu Giovanni
2537 campo et orto, 2538 casiamenti con corte
Ruffinatto Sig. felice fu Giacomo
2542 campo - 2539 forno con orto - 2540 casiamenti con corte - 2541 orto – 2543 prato
Paviolo Michele, Giovanni Battista, e Giorgio fratelli fu Giuseppe
2544 casiamenti con corte e sito dietro prativo – 2545 campo – 2546 prato

Stato de cotizzi dell'anno 1782 - Paviolo Michele e Gio Batta Fu Giuseppe, negoziante in carbone

 

Mappa Napoleonica anno 1813

Paviolo Gio Antonio figlio di Gio Batta - 184 casa
Paviolo Gio Batta fu Giuseppe - 185 casa
Paviolo Giorgio fu Giuseppe - 183 casa
Paviolo Giovanni fu Battista - 182 casa

Paviolo Carlo fu Giovanni - 178 casa
Paviolo Giuseppe fu Michele - 186 casa
Paviolo Battista fu Michele - 187 casa

 

Rabbini 1864 - a destra il Rivo di Ciampalà

particolare della Borgata

Il Pozzo

 

 

 

 

Questa pietra riporta la data dell'apertura dell'Osteria delle Alpi

Borgata Pianca

Panorama Borgata Pianca

Panorama Borgata Pianca

Osteria delle Alpi in festa

 

Ruata Durand

 

Borgata Durando

 

Ruata Durand

Ruata Durand - mappa anno 1783

Garola Bartolomeo fu Claudio - 1863 casiamenti con corte
Bertinetto Parola Maria fu Giacomo - 1867 casa con corte
Usseglio Giuseppe, Giovanni frat fu Stefano - 1871 casiamenti con corte
Usseglio Giuseppe fu Gio Angelo – 1872 casiamenti con corte
Usseglio Bartolomeo, et Antonio frat fu Michel Anto – 1879 casiamenti corte e orto 1880½ casiamenti con corte
Cugno Gio Batta fu Giacomo – 1904 casa e corte

mappa Napoleonica anno 1813 - Ruata Durandi

Cugno Gio Batta fu Giacomo
50 bosco – 54 campo 57 vigna – 58 casa – 59 prato
Dovis Tomaso et Giuseppe fu Gian Vito
55 vigna – 56 casa – 112 prato – 121 campo
Garola Giuseppe fu Bartolomeo
35 70 vigna – 35bis, 69 bosco – 42 bennale – 44 campo - 45, 62, 96, 100 prato – 61 giardino – 71 casa – 101 campo
Masoero … di Giuseppe
47, 76 bosco – 74 casa – 75 campo – 90 prato – 93 giardino
Usseglio Antonio fu Michel Antonio
45, 82, 191 bosco – 79 casa – 80, 84, 95 prato – 81, 192 pastura – 94 giardino – 140 vigna
Usseglio Francesco fu Giovanni
48 bosco – 72 casa – 89, 98, 110, 113, 114 prato – 91 giardino – 108 pastura – 116 campo
Usseglio eredi fu Giuseppe
49 bosco – 60 giardino 73 casa – 87 prato – 88 campo

 

 

—www—www—

Il Cristo delle Vette

Mio nonno Alfredo Bai nacque a Torino il 27 novembre 1913 e morì a Borgata Durando nel 1980 è stato uno scultore ricordato per la sua opera principale, Il Cristo delle Vette. Il Bai partigiano durante l'ultimo conflitto, fece una promessa: se ritornerò vivo a casa, scolpirò un Redentore da consegnare alle genti di montagna come simbolo di unione e di pace. Nacque così quella stupenda opera in bronzo del "Cristo delle Vette", che da 60 anni, sovrasta il massiccio del Monte Rosa in Valle d'Aosta, sulla cima del Balmenhorn, a 4.167 metri di quota. Era il 4 settembre del 1955 ed alla Messa di benedizione dell'opera, celebrata dall'allora Cardinale di Torino Mons. Maurilio Fossati, nella Piazza di fronte alla Consolata, parteciparono migliaia di persone e l'evento fu seguito dal Cinegiornale di informazione, la Settimana Incom.
La statua, alta 360 centimetri e suddivisa in undici sezioni (solo la testa pesa 54 chili), venne così affidata ad uno speciale reparto della Scuola Militare Alpina di Aosta, composto da 37 Alpini e Artiglieri alpini, al comando del quale si trovava il capitano Costanzo Picco. Non fu un impresa facile trasportare la statua sulla cima, tanto che i segmenti furono dapprima caricati su un carrello della 'decauville' che portava allora al Lago Gabiet, poi su di un barcone per attraversare il lago stesso, quindi a dorso di mulo e infine, nel tragitto finale e più arduo, sulle spalle degli alpini. Cinquantadue anni filati sulla vetta che domina la Valle di Gressoney, poi con Deliberazione n.69 del 29 marzo 2007 il Consiglio regionale della Valle d'Aosta ha formalizzato la custodia morale dell'opera come da donazione decisa ed effettuata dagli eredi di Bai Alfredo al Consiglio regionale stesso si decise altresì di riportare a valle la statua per i restauri del caso, eseguiti con grande maestria dalla Fonderia Artistica di Verres - Aosta.
Il Cristo delle vette fu eretto a perenne ricordo di tutte le guerre e monito contro di esse; in un periodo così devastato dai conflitti deve ancora rappresentare ciò che Alfredo Bai comunicò al mondo: « la pace deve trionfare. »

A cura del nipote Alfredo Bai

 

 

 

 

Ruata Ciochin o Merlo

Ruata Merlo

 

Dovis Gio Batta fu Domenico
1177 campo – 1178 alteno – 1179 orto – 1180 casa e corte
Merlo Gio Batta fu Steffano
1180 casa e corte 1182 rivasso
Bovero Michele, Gio Batta, et Antonio fratelli fu Bartolomeo
1188, 1188½ campo – rivasso 1190 casa e corte
Bovero Domenico fu Antonio
1192 casa e corte
Bovero Gio Anto fu Bernardo
1193 casiamenti con corte
Benetto Gio fu Gabriele
1194 casa con corte – 1195 aia e orto
Rocci Gio Batta fu Matteo
1197 campo – 1198 casiamenti con corte e casali rovinati
Benetto fu Simone Antonio, e Steffano fratelli fu Michele
1199 vergero – 1200 casiamenti e corte


Benetto Steffano fu Simone, e Gervato Rosa Giugali (coniugi)
1201 casa e corte – 1196 aia et orto
Armondino Simone, et Giuseppe fratelli fu Bernardo
1202 casiamenti con corte 1203 orto – 1204 vergero e casalazo
Forno - 1206 particolari della Borgata
Dovis Giuseppe fu Tomaso
1223 casa con corte e sito dietro
Cugno Agostino, e Gio Batta fratelli fu Giuseppe et Agostino fu Gio Antonio cugini
1224 casa e corte e sito
Rocci Caterina fu Michele
1225 corte – 1226 casa e orto

 

 

Ruata Merlo

Archivio di Stato Torino - Particolare Mappa Napoleonica

Battagliotto Giacomo Anto fu Gio Batta 193 casa
Benetto Antonio fu Gio 179, 186 casa – 188 rurale - 174 corte – 173 giardino
Benetto eredi fu Michele 181 casa
Bovero Domenico fu Michele 178, 190 casa – 175 giardino - 176 corte – 206 prato
Bovero fu Gio Batta 189 casa
Dovis Giacomo fu Gio Vito 191 casa
Dovis Gio Batta fu Gio Batta 172, 184 casa – 185 giardino - 182½ forno
Merlo Gio Batta fu Gio Batta 180 casa
Rolle Giuseppe Andrea fu Giuseppe 195, 196 casa

 

Colombè

 

Particolare Ruata Barone di Colpastore

Particolare della Ruata della Chiesa Colpastore

Colombè Superiore

Ruata Colpastore - Colombè inferiore

Archivio di Stato Torino - particolari della mappa antica 1783

 

Garola Claudio, e Giuseppe fratelli fu Giacomo Francesco
2014, 2043 casa e corte - 2013 alteno ed orto
Valetto Giovanni Giuseppe, e Giacomo Antonio fratelli fu Michele
2017 orto con benale – 2015 casiamenti con corte
Garola Giovanni Battista, et Antonio fu Michele
2016 orto
Masoero Agostino fu Antonio
2020 casiamenti corte con sito – 2024 crotta
Masoero Giovanni Domenico fu Francesco Antonio fratelli fu Bartolomeo
20021 casa e corte
Masoero Giovanni Maria fu Gianni Domenico
2022 casiamenti con corte
Gervato Giovanni Battistafu Filippo
2023 casa - 2025 casiamenti con corte
Ostorero Giuseppe Antonio fu Giovanni Domenico
2026 casa – 2028 casa e corte - 2030 casa e sito
Stoisa Bartolomeo fu Michele
2027 casa e corte
Cappella della B.ta di Colpastore
2029 casa con corte – 2031 stalla
Merlo Giacomo Andreafu Stefano
2032 orto – 2033 casiamenti con corte
Garola Giacomo Antonio fu Claudio
3034 casiamenti con corte – 2047 casa con forno e corte
Garola Giuseppe fu Giacomo
2035 casa e sito – 2038 casa e corte
Castagneri Giuseppe fu Lorenzo
2036 casa e sito – 2040 orto – 2042 casa e corte
Garola Giuseppe Andrea fu Claudio
2037 casa e corte – 2046crotta con sito
Priale Michele fu Andrea
2048 casiamenti con corte 2049 orto
Garola Giovanni Antonio
2052 crotta con corte – 2053 casiamenti con corte
Garola Lorenzo fu Maurizio
2054 casale rovinato con corte
Botta Sig. Priore Giovanni
2078 casiamenti corte e orto – 2079 orto

Capella della Ruata di Colpastore
2080 orto – 2081 Capella con casamenti e sito – 2082 piazzale
Garola Giovanni Battista, et Antonio fratelli fu Michele
2085 casiamenti con corte – 2086 casa e corte
Daghero Giovanni Antonio fu Giuseppe
2087 casiamenti con corte
Daghero Giovanni Maria fu Giuseppe
2088 casiamenti con corte - 2089 orto
Masoero Giovanni Antonio fu Giovanni Maria
2091 casiamenti con corte – 2092 orto
Valetto Giustetto Giuseppe fu michele
2096 casiamenti con corte
Gervato Maria vedova del fu Giovanni Angelo
2101 vergero con casa, corte ed orto
Gervato Vincenzo fu Giovanni Battista
2102 vergero con casamenti, corte et orto
Barone Rosa, e Teresa sorelle fu Giuseppe
2121 orto – 2122 vergero – 2123 casiamenti con corte
Barone Stefano fu Stefano
2125 stalla con corte – 2126 casiamenti con corte – 2127 orto
Valetto Giuseppe fu Michele et Angela Masoero giugali
2130 casiamenti con corte e sito
Garola Stefano fu Giuseppe Antonio
2131 prarto – 2132 casiamenti con corte
Masoero Bartolomeo fu Agostino
2207 orto – 2208 casiamenti con corte – 2209 orto
Aghemo Michele fu Antonio
2210 casa con corte e stalla
Stoisa Bartolomeo fu Stefano
2212 casiamenti con corte – 2214 orto – 2215 casa con corte
Aghemo Luigi fu Antonio
2213 casa con corte
Ostorero Agostino e fratelli fu Michele
2218 casa con corte et orto
Pogolotto Giovanni Battista fu Giuseppe
2222 casiamenti, corte, sito, et orto
Ruffinato Giacomo fu Giovanni Maria
2223 casa con corte e sito
Stoisa Stefano fu Michele
2224 casa con corte

 

Grotta N.S. di Lourdes - Frazione Colombero - Trana

Panorama sul Colombè

 

Pag 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7- 8 - 9

 

Maria Teresa Pasquero Andruetto