Sangano

San Rocco

Quando diversi anni fa venni ad abitare a Sangano, vicino a casa mia esisteva una cappella intitolata a San Rocco piccola, tenuta bene da nonna Maria Ramassotto Lanzetto (1913 - 2000).
San Rocco era la meta preferita dai girovaghi che si riparavano sotto il suo atrio allora aperto. Si decise di chiuderlo con un cancello, si rifece il tetto e con l’aiuto di tutti noi del Borgo.
Passarono gli anni si invecchia i bambini crescono e decidono di fare una piccola bancarella (lottefica) per recuperare qualche soldino e dare il bianco e così fu, con il passare degli anni, nonna Maria mi cedette le chiavi di San Rocco dicendomi “adesso tocca a te io ho fatto il mio tempo” così inizio il mio turno.
Si fecero feste, cene e giochi si dice la messa e si fa colazione.
Con il passare degli anni si rifece il “lifting” alla nostra cappella e si porta avanti una tradizione iniziata nei primi anni ottanta.

Silvia Martinasso Andruetto

Feste di San Rocco

1986 198719881989
1990199119921993
19941995199619971998

anno 1986

Lotefica

Lotefica: lotteria benefica di San Rocco

La messa alla Cappella

 

anno 1987

 

anno 1988

 

anno 1989

 

anno 1990

Lottefica (lotteria benefica)

anno 1991

 

anno 1992

 

anno 1993

Lottefica (lotteria benefica)

 

anno 1994

 

anno 1995

 

anno 1996

anno 1997

 

anno 1998

 

Fotografie di Claudia Andruetto

 

A.T.
La Valsusa giovedì 27 agosto 2015

 

Pag 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

 

Maria Teresa Pasquero Andruetto