Notiziario Sanganese

Bollettino d'informazione
a cura dell'Amministrazione Comunale

anno 1978anno 1980anno 1981

anno 1982anno 1983anno 1984anno 1986

anno 1987anno 1988anno 1989anno 1990

anno 1993anno 1994anno 1995


dal 1978 al 1995

Il VII° Notiziario Sanganese esce in una veste nuova, non più in fogli ciclostilati, bensì sotto forma di giornale, ciò è stato possibile interpellando gli artigiani ed i commercianti di Sangano che hanno voluto, sotto forma di inserzioni pubblicitarie pagare la spesa della redazione.

www— 1978 n. VII —www

Nuova scuola media e palestra

Gli sforzi che l'Amministrazione Comunale ha compiuto in questo settore stanno volgendo al termine per quanto riguarda le strutture.
I lavori appaltati dalla Ditta SEDILCA continuano a pieno ritmo; sono state ultimate le infrastrutture dell'edificio e della palestra, compresi i vari impianti.
Possiamo infatti affermare con ragionevole certezza e piena soddisfazione che con quest'anno cesserà la coabitazione delle medie con le elementari, causa (a ragione) di tante discussioni.

Infatti, a partire dall'anno scolastico 1979/80 entrerà in funzione il nuovo edificio di scuola media e palestra, ciò significherà tra l'altro la disponibilità totale dell'attuale edificio per la scuola elementare.
Ricordiamo che allo stato attuale, nell'edificio scolastico abbiamo occupate 9 classi elementari e 5 classi medie con l'avvento del nuovo complesso scolastico per le medie, avremo disponibili 14 aule per le elementari e 9 aule per le medie; pertanto possiamo affermare che, almeno a Sangano, il problema edilizio scolastico è stato risolto per ogni ordine di scuola.

Cimitero e parco della rimembranza

In tutti i precedenti Notiziari abbiamo sempre informato i cittadini sui lavori del nuovo Cimitero, ora possiamo dire, che con la inaugurazione del Parco della Rimembranza avvenuta il 4/11/78 alla presenza delle autorità della cittadinanza e dei ragazzi delle scuole medie, l'opera è ultimata. Il Monumento ai caduti opera d'arte, è dell'artista FENOGLIO Pierre di Sangano che ha voluto donare l'opera al paese, all'artista vada il nostro più sentito ringraziamento.
I lavori per la sistemazione del Parco e delle aree verdi sono stati assegnati alla Ditta OSTORERO Di Trana con un preventivo di lire 1.900.000, le piante ci sono state fornite gratuitamente dall'Ispettorato Ripartimentale delle Foreste.
II vecchio Cimitero è stato soppresso con deliberazione Consigliare del 19/9/1978.

 

Lavori consiglio Comunale delibere 1978

Seduta del 31/3/1978 delib. n. 36

« Autorizzazione alla trattativa privata per lavori di sistemazione di Via San Giorgio ».
I lavori sono stati necessari per permettere lo svolgimento del mercato settimanale. L'incarico è stato affidato alla Ditta Garino Domenico di Torino, per un importo in L. 2.637.104. Votata all'unanimità.

Seduta del 19/5/1978 delib. n. 46

« Determinazione in merito alla soppressione del vecchio cimitero ». Con l'inizio del 1978 è entrato in funzione il nuovo cimitero comunale; si autorizza quindi il Sindaco ad inoltrare al Prefetto di Torino, istanza per l'emissione del Decreto di soppressione del vecchio Cimitero comunale sito in via San Lorenzo. Votata all'unanimità.

Notizie in breve

E' in studio la formazione di un corpo di Polizia Rurale formato da cittadini volontari di Sangano; saranno pubblicati i manifesti con le modalità di adesione.

Polisportiva Sangano

L'attuale consiglio della Polisportiva Sangano conclude con la fine dell'anno 1978 il primo biennio di gestione della società. Pertanto precisa che saranno indette nuove elezioni e spera siano in molti coloro che vorranno affiancare i Consiglieri che intendono continuare a collaborare nell'interesse della collettività. Riassumiamo in breve le attività svolte nell'ultimo semestre:
Organizzazione feste patronali con «Mostra fotografica - Mostra Mineralogica Val Sangone».
Partecipazione squadra Polisportiva Sangano, al campionato di calcio III° categoria - Lega Nazionale Calcio.
Ripresa con molto successo dei corsi di ginnastica bambini e ragazzi, tenuti da una insegnante qualificata.
Ripresa corso di chitarra.
Vivo successo della serata dialettale allestita dai ragazzi della Polisportiva.
BOCCE
Sono state effettuate numerose gare:
gare sociali individuali, gare lui e lei e gare baraonda.
TENNIS
Sono stati effettuati vari tornei:
doppia, singolo, misto e ragazzi.
TORNEO DI PING - PONG RACCOLTA CARTA
La raccolta della carta, effettuata dai ragazzi, ha fruttato la somma di L. 75.000, che constatato il successo verrà ripetuta nel mese di febbraio.
SCI
Sono in programma gite sciistiche quindicinali (condizioni economiche permettendo) nelle seguenti località: SESTRIERE - S. SICARIO - PRATO NEVOSO - MONTOSO.

Campeggio estivo ragazzi

L'attività di animazione per ragazzi si è ripetuta per la terza volta; il numero crescente di partecipanti e collaboratori ha dimostrato che la popolazione è interessata a questa iniziativa di cui l'aspetto positivo è riscontrabile a due livelli: per i ragazzi sono 15 giorni di giochi e di amicizia all'aria aperta, per i collaboratori, adulti ed adolescenti, occasione di impegno sociale.

Stato civile 1979: nati 11 maschi e 15 femmine tot. 26 - decessi 17 - matrimoni 19

www— 1980 n. VIII —www

Movimento e situazione anagrafica
Dal 1975 al 31 dicembre 1979

Stato civile 1979: nati 5 maschi e 9 femmine tot. 14 - decessi 24 - matrimoni 15

Nuova scuola media e palestra «Albert Einstein»

Il nuovo Edificio Scolastico è stato appaltato e iniziato nel marzo 1978 e finito per l'anno scolastico 1979 - 1980.
Il costo dell'opera è stato di L. 452.802.380 di cui L. 224.000.000 con il contributo della Regione e la rimanenza di L. 228.802. 380 a carico del Comune.
Con la nuova struttura funzionante non avremo più problemi per il futuro sono finite le preoccupazioni che hanno sempre assillato per anni la nostra Comunità, pericolo dei doppi turni, locali provvisori e aule insufficienti.
L'Amministrazione Comunale ricordando che la scuola Media è dei ragazzi ed è la loro seconda casa, ha ritenuto opportuno, democraticamente, incaricare gli alunni delle medie per la scelta del nome.
Dai temi e dalle relazioni è emerso il nome di «ALBERT EINSTEIN» con queste motivazioni:
Ricordarlo in occasione del centenario della sua nascita perché amava la semplicità e pensava come noi ragazzi, per il suo ben noto odio per la violenza del quale abbiamo tanto bisogno al giorno d'oggi noi giovani generazioni, perché molto gli deve, non solo il pensiero scientifico, ma anche il pensiero umano e le conoscenze filosofiche.
La nuova scuola media Albert Einstein è stata inaugurata il 7 ottobre 1979 con la presenza di Autorità Regionali, Provinciali, Comunali, dei ragazzi delle scuole medie e dei Cittadini di Sangano.

Inaugurazione nuova scuola media domenica 7 ottobre 1979

 

Potenziamento acquedotto di Sangano

Avevamo parlato sul sesto notiziario del problema di rifornimento d'acqua potabile sul territorio di Sangano specialmente nel periodo estivo.
Ora possiamo dire con certezza che dopo vari tentativi, con trivellazioni di ricerca in località diverse del territorio di Sangano, l'acqua potabile è stata reperita nella zona dei Pozzi dell'Azienda Municipale di Torino.
Con l'acquisto del terreno la Società Acque Potabili ha trivellato un pozzo tubolare di 600 con una profondità di m. 135 ottenendo un getto di pressione iniziale di 15 litri al secondo, fabbisogno più che sufficiente per una popolazione di 5.000 abitanti, nonché a rendere autonomo il rifornimento idrico nel capoluogo.
La Società dell'acqua Potabile dopo, le formalità per i passaggi delle condotte nei vari terreni inizierà quanto prima la posa delle nuove condotte in acciaio 0 200 0 150 per collegare il nuovo pozzo con il serbatoio e con la rete esistente. Si prevede l'inizio dei lavori entro Giugno.
Vogliamo fare un piccolo riassunto di queste trattative che sono state lunghe e laboriose e iniziate fin dal giugno 1978.
A seguito di accordi con la Società Acque Potabili si era ottenuto un primo potenziamento con lieve miglioramento per il raddoppio del collettore in Via Bonino e l'immissione di una pompa con prelievo dell'acqua da Bruino, infine si era arrivato alla determinazione di un nuovo pozzo.
Con delibera si era ottenuta l'autorizzazione del Genio Civile, ma l'Azienda Municipale di Torino poneva il veto, fermando i lavori, in quanto il nuovo pozzo pregiudicava le portate estraibili delle esistenti gallerie dell'Azienda Acquedotto Municipale di Torino.
Infine dopo varie riunioni e sopralluoghi l'Azienda Municipale di Torino ritirava il veto e autorizzava la funzionalità del nuovo pozzo con l'impegno da parte del Comune di usufruire dell'acqua potabile solo per la Comunità di Sangano.

Costruzione nuovo municipio

Sulla nuova costruzione si sono poste molte domande e proprio su questo notiziario vogliamo rispondere:
La struttura del vecchio municipio ed i vari muri sono stati costruiti con pietre unite da argilla e intonacato di calce, una parte di solai di copertura sono in legno e una delle travi di sostegno ultimamente si è inflessa notevolmente a tal punto da doverla puntellare.
Sopralluoghi di tecnici e del Genio Civile hanno riscontrato lo stato precario anche dal punto di vista statico.
I locali attuali sono insufficienti sia per il personale che per le nuove attribuzioni decentrate ai Comuni, inoltre manca di una sala Consiliare, di un archivio, ed è carente nei locali dell'ambulatorio medico e della biblioteca.
Alla luce delle risultanze l'Amministrazione Comunale ponderato il problema, sentito il parere della Regione e del Genio Civile optava per una nuova costruzione nell'area a fianco del Parco giochi, in quanto la demolizione e ricostruzione dell'attuale fabbricato risultava antieconomico.
L'Ing. Sada di Avigliana progettava la nuova sede e con la delibera Consigliare N. 42 del 10-5-79 veniva approvato il nuovo progetto.
L'opera veniva appaltata dall'Impresa Geom. Mangiantini con il ribasso d'asta del 23,40%, il costo di spesa con la variante suppletiva deliberata dal Consiglio Comunale il 17-2-80 N. 23 è di L. 267.000.000 e l'opera sarà ultimata entro settembre di quest'anno.
La Regione Piemonte ha concesso un primo contributo di L. 170.000.000 e successivamente un secondo contributo di L. 90.000.000 per un totale di L. 260.000.000.

Illuminazione pubblica

E' stato approvato il progetto di illuminazione lungo la Statale Pinerolo Susa dal confine di Bruino (Cascina Nuova) fino al Villaggio La Lucciola (Via Venezia) con N. 42 punti luce con una scesa complessiva di L. 44.298.647.
L'opera è stata appaltata con un ribasso di asta del 15,3% dalla Ditta Barale.
I lavori inizieranno entro i primi di maggio.
E' stata potenziata dall'ENEL la rete di illuminazione Pubblica sulla palificazione esistenti di N. 77 punti luce nelle Vie: Bonino — Merlino — Apra — Pavese — Trieste — Verdi
Rissone — Bologna — Prese — Lanzetto — e la trasformazione delle lampade ad incandescenza in lampade a Bulbo nelle Vie: Coletto — Valfredo — San Lorenzo — Sclarandi per una spesa complessiva di L. 15.858.540.
Per l'ampliamento della Via Bonino — Via Serena e Via Apra si è reso necessario lo spostamento dei pali delle linee di pubblica illuminazione con una spesa complessiva di Lire 13.110.220 i lavori inizieranno dall'ENEL al più presto.

Viabilità

I lavori di sistemazione e asfaltatura delle strade sono proseguite nel 1979 secondo il piano programmatico precedentemente stabilito dall'Amministrazione Comunale. Sono state asfaltate le seguenti strade: Via Pavese tratto Via Serena, entro maggio Via Venezia con una spesa complessiva di L. 34.200.000 (contributo della Regione L. 12.000.000) Via Sangone, tratto Via Apra, tratto Via Merlino con una spesa di L. 11.264.340.
Sistemazione Via Bonino L. 16.669.000.
Sistemazione delle Vie Monterosa, Via Serena, Via Merlino per una spesa complessiva di L. 6.440.000.
Inoltre è stato deliberato dal Consiglio Comunale del 21-3-80 la sistemazione e canalizzazione del prolungamento di Via Pavese inserita nel Piano Pluriennale di attuazione, Legge Regionale N. 56 per una spesa di Lire 41.840.000.
(Contributo della Regione di L. 20.000.000.).

Legge Regionale 6 -11 -1978 n. 68:
«Norme per la conservazione del patrimonio naturale e dell'assetto ambientale»

Nei Comuni facenti parte della Comunità Montana Val Sangone, sono stati costituiti dei corpi di guardie ecologiche giurate volontarie e delle squadre volontarie antincendio.
Le adesioni volontarie dei Sanganesi sono state numerose ed entusiaste.
In base all'art. 32 tutti i volontari hanno frequentato un corso di studio tecnico e giuridico, successivamente hanno effettuato il giuramento davanti al sig. Pretore ed è stato loro consegnato il distintivo e relativo tesserino.
Nell'interpretazione della legge e nella figura della guardia ecologica giurata volontaria il Pretore dott. Franco FUIANO ha scritto:
«Le guardie giurate volontarie alle dipendenze dei Comuni e delle Comunità Montane per la vigilanza sull'osservanza della legge n. 68 del 6-11-1978, in quanto esplicano evidentemente una funzione di interesse pubblico, sono da qualificarsi Pubblici Ufficiali e godono delle garanzie e tutele che la legge appresta a tale categoria di persone.
La squadra antincendio (equipaggiata) ha già collaborato con la Forestale a tre interventi, e precisamente venerdì 4-4 nella Pineta di Piossasco, domenica 6-4 nei boschi di Trana e Reano, e Lunedì 14-4 nei boschi di Sangano (zona Polveriera).
Il corpo di guardie giurate volontarie è in fase organizzativa, turni, e equipaggiamento. Quanto prima entrerà in servizio. A questi volontari che dedicano con spirito altruistico parte del loro tempo libero per il bene della comunità, tutta la nostra riconoscenza e il nostro ringraziamento.

Corpo Polizzia: Guardie ecologiche:

Vignolo Simone - Comandante - Gamba Giovanni - Aiassa Giovanni - Ruffinella Alessandro - Panattaro Giuseppe - Correndo Francesco - Scremin Angelo - Novarese Claudio - Matta Franco - Ferrarese Agostino - Bruno Carlo - Converso Silvano - Tarantino Paolo - Genna Pietro - Casassa Mont Luigi - Bernardi Secondo - Bellino Casimiro - Leni Gino - Mercuriali Luigi - Degani Egidio - Giordanino Renato - Chiesa Giuseppe - Cibrario Ives - Micheletti Silvio - Matta Mario - Contini Francesco - Lanza Adriano - Cirrincione Gaetano.

Squadra antincendio:

Bernardi Secondo - Bruno Carlo - Converso Silvano - Scremin Angelo - Casassa Mont Luigi - Gamba Giovanni - Ferrarese Agostino -Genna Pietro - Novarese Claudio.

www— 1981 n. IX —www

Il nuovo Consiglio Comunale è così composto:
Gruppo consiliare di maggioranza:

MARITANO Aldo
BARBERO Francesco
BERNARDI Secondo
CHIAPPA Egidio
CORRENDO Francesco
DROCCO Luciano
MOLINARO Piero
PANATTARO Giuseppe
PIO Francesco
RUFFINELLA Alessandro
SORRENTINO Antonio
VALENTINO Antonio

Gruppo consiliare di minoranza:

BAGLIONE Giuseppe
CENTOLA Ida
LENI Gino

Alcuni dati significativi del recente censimento
n. totale abitanti 2501 - famiglie n. 873

Corso di orientamento musicale.

Per il secondo anno è stato organizzato il corso di orientamento musicale di tipo bandistico con il contributo della Regione Piemonte. Iniziato con fatica l'anno scorso ora prosegue alacremente con i sacrifici delle famiglie, il lavoro di alcuni e l'interessamento generale (Assessorato, Pro-loco, Polisportiva e il nostro trombettista principe Gigi Maggiora). Auguri a questi allievi della Musica... a presto un concerto alla Scala!

Istituzione Bibblioteca Comunale

Biblioteca, che passione! Beh specifichiamo... passione in tutti i sensi... come sofferenza, travaglio perchè è dura a nascere;
come momento intenso della nostra vita affettiva perchè quest'evento ci arricchirà come Comunità.
Travaglio in quanto dopo la delibera del Consiglio Comunale di istituirla si sono dovute ottenere le autorizzazioni da parte del Sistema bibliotecario per renderla teoricamente operante.
Momento vivace della vita sanganese perchè essendo una istituzione ex-novo necessita di una impronta particolare che rifletta ed al tempo stesso stimoli un accrescimento del livello culturale di noi tutti. La nostra Commissione ha dedicato alcune riunioni al problema ma essendo lo scibile umano molto vasto non poche perplessità sono nate nello scegliere le opere fondamentali. Speravamo di aprirla al pubblico prima di NATALE ed invece dopo l'acquisto dei libri è necessaria una classificazione che il Sistema Bibliotecario ci fa gratuitamente ma che comporta, com'è ovvio, un lasso di tempo più lungo di quello esiguo che si separa da tale data per cui l'inaugurazione avverrà ai primi di gennaio 1982. L'orario di apertura al pubblico previsto per il primo periodo è di 6 ore settimanali suddivise in tre giorni. L'accesso è sul lato Sud del nuovo Municipio con l'ingresso comune all'ambulatorio medico. Opere importanti ve ne saranno e speriamo che con la conoscenza degli interessi culturali dei sanganesi possano arrivare anche tutte le opere desiderate. Ne parliamo forse poco ma lavoriamo abbastanza, i risultati... venite a constatarli di persona.

Gruppo Mayorettes di Sangano.

All'inaugurazione del nuovo municipio si sono esibite in prima assoluta "Le Coccinelle" di Sangano. Dopo un anno di preparazione e di serio impegno hanno gratificato con la loro esibizione quel gruppetto di tenaci sanganesi che le hanno seguite da vicino e tutti quelli (Amministrazione e Pro-Loco Polisportiva) che hanno contribuito alla realizzazione di questo bel gruppo.
Quest'anno con le nuove iscrizioni il gruppo si è ampliato (oltre 50 bambine e 8 bambini) e si allenano con entusiasmo e spensieratezza sotto la guida degli istruttori e delle due bravissime Capitane SANDRA e CLAUDIA.
Le nostre Coccinelle sono state ammirate anche all'esterno (fiera del tartufo ad Alba) ed hanno riscosso simpatia ed applausi. BRAVI!

Costruzione nuovo municipio

Il 31 Maggio 1981 si è inaugurato il Nuovo Edificio, con la partecipazione sincera delle Autorità Statali, Regionali, Provinciali, Comunali e Sindaci, ma soprattutto dalla numerosa presenza della popolazione e dei ragazzi delle scuole che hanno voluto esserci vicino in quel giorno.
La costruzione è stata ultimata in 16 mesi; e stata appaltata l'opera con il ribasso d'asta del 23,15% il costo di spesa è stato di: Lire 294.000.000 base d'asta; L. 23.000.000 spese tecniche; L. 47.000.000 I.V.A.; costo totale L. 364.000.000.

Fatti e dati tecnici significativi:
La costruzione è costata L. 280.000 al m2 e L. 98.000 al m3.
La realizzazione di quest'opera è stata possibile per la concessione di un contributo Regionale di L. 260.000.000.
Il taglio del nastro è stato effettuato dai Sigg. MERLO Emilio classe 1894 e LEVRINO Lorenzo classe 1894 cittadini più anziani nati e residenti a Sangano.
Rinnoviamo ancora un doveroso e vivo ringraziamento verso quei cittadini che hanno prestato gratuitamente la loro opera, dedicando la parte del loro tempo libero alla tinteggiatura di tutto l'edificio, alla sistemazione, alla recinzione esterna e al trasloco dei mobili e attrezzature del vecchio Municipio.

Stato civile 1980: nati 15 maschi e 10 femmine tot. 25 - decessi 10 - matrimoni 20
Stato civile 1981: nati 11 maschi e 13 femmine tot. 24 - decessi 15 - matrimoni 18

www— 1982 n. X —www

Banda Musicale del Comune di Sangano

Due anni di studio ininterrotto e domenica di ferragosto in occasione delle feste patronali, piccoli e grandi, gli allievi del corso musicale hanno avuto il battesimo ufficiale, la neo-banda promossa sul campo ha offerto ai Sanganesi un concertino.
Primi passi, Semplicetta sono i titoli dei brani eseguiti; nomi molto significativi, ma la carica di entusiasmo non cede, lo studio prosegue per ottenere nuovi e migliori risultati.

Grazie all'iniziativa dell'Amministrazione Comunale, all'aiuto della Pro-loco e di quanti si prodigano nell'organizzazione, la vita della banda prosegue con entusiasmo ed i suoi componenti sono fermamente intenzionati a meritarsi gli applausi di tutti. I loro nomi? Eccoli!
Stella, Luciano, Andrea, Santina, Giovanni, Nicola, Bruno, Ivo, Silvia, Laura, Aldo, Augusto, Renato, Giorgio, Ezio, Angelo, Vittorio, Gigi, Franco, Mario, Marzio, Massimo, Maurizio, Giuliano, Roberto, Dario, Andrea, mascotte la piccola Elena, Maestro il Sig. Castelluccio Giovanni.
La nostra Banda è associata all'ANBIMA con n° 100 Soci Simpatizzanti.
Il Presidente Boaglio Michele

Giornata dell'anziano

Il giorno 19 settembre il ns. Comune ha organizzato la "giornata dell'anziano", prendendo come spunto a tale iniziativa la proclamazione da parte dell'ONU dell'anno 1982 come Anno dell'Anziano.
Desideriamo dire subito che il successo dell'iniziativa è stato tale che il Comune sarà senz’altro piacevolmente costretto a ripeterla nei prossimi anni.
Infatti ben 253 partecipanti hanno seguito il programma predisposto con misura, serenità e intelligenza da un'apposita commissione a cui sin d'ora va il ringraziamento dell'ammini-strazione comunale, anche se ben compren-diamo come il più gradito "grazie" glielo hanno dimostrato i nostri giovani "vecchietti" con la loro presenza.
Erano presenti l'onorevole Botta, l'assessore provinciale Gattini, autorità dei comuni vicini e della Comunità Montana.

Majorettes
Gruppo Sportivo Twirling
"Le Coccinelle" di Sangano

Il Gruppo Sportivo Twirling "Le Coccinelle" di Sangano ha compiuto il secondo anno di attività ed è ormai una bella realtà del nostro Paese. Quarantacinque ragazzine dai 5 ai 16 anni si impegnano assiduamente negli allenamenti bisettimanali, ansiose di ricalcare le orme delle più note colleghe di Oleggio laureatesi aTokyo campionesse del mondo di fronte alle agguerritissime avversarie Statunitensi, Giapponesi e Francesi.
Grazie anche a questo strepitoso successo il Twirling sta entrando di diritto nelle discipline sportive patrocinate dal C.O.N.I. Le nostre ragazzine, sotto l'abile regia della maestra Ivana Cravero, stanno compiendo notevoli progressi ed alcune di loro sono in fase di preparazione per i primaverili campionati regionali.
Il 1982 ha visto il Gruppo impegnato nella sfilata carnevalesca di Giaveno, in Marzo a Piossasco, in Aprile allo stadio comunale di Torino dove hanno riscosso gli applausi solitamente indirizzati ai campioni delle squadre Torinesi, in Maggio a Caluso, in Giugno in Borgata Sesia di Torino ed ancora al Palazzo a Vela di Torino, oltre, naturalmente, alla presenza in tutte le manifestazioni Sanganesi.

Stato civile 1982: nati 11 maschi e 16 femmine tot. 27 - decessi 36 - matrimoni 20

www— 1983 n. XI —www

Ristrutturazione ex municipio

Sono stati ultimati i lavori ai primi di settembre che erano stati iniziati il 28/6/1982.
I locali sono stati adibiti a Centro Anziani e Centro Culturale Polifunzionante. I lavori erano stati appaltati alla Ditta Stellarla di Torino con il ribasso d'asta del 17,75%. Costo dell'opera L. 294.470.000.

Scuola media

Grazie all'interessamento dell'assessorato Regionale alla Pubblica Istruzione attraverso il quale il Comune ha ottenuto notevoli contributi, la Scuola Media di Sangano è ora completa di attrezzature sportive (palestra coperta nel complesso stesso della scuola e palestra aperta per pallavolo, pallacanestro ecc. nell'area antistante). Le strutture non solo vengono utilizzate dai nostri ragazzi, ma anche dagli alunni di altre scuole vicine. Il costo dei lavori di completamento delle attrezzature sportive ultimati in data settembre '83 è stato di Lire 82.550.430 di cui Lire 80.000,000 di contributo Regionale e Lire 2.550.430 a carico del Comune.

Parco pubblico

È stata ultimata la sistemazione dell'area adibita a Parco Pubblico di Via Bert (di fronte alle scuole medie).
L'area ricca di alberi secolari d'alto fusto era stata acquistata dal Comune in data 4/4/1980, dalla sig.ra RAVAZZI Rosalia in SINCERO, la spesa era stata determinata in seguito a lunghe trattative in L. 14.000.000. I lavori di sistemazione e di strutture del parco erano stati appaltati dalla Ditta GARINO Domenico di Torino il 18/4/1982, per un importo complessivo di L. 25.335.398 di cui L. 20.000.000 a contributo Regionale e L. 5.335.388 a carico del Comune. Ringraziamo l'ing. GAY Bruno della Ditta Stellarla che ci ha offerto le attrezzature a completamento del parco.

Banda Musicale del Comune di Sangano

Che cosa sia, tutti lo sanno... ma... averla, non tutti c'è l'hanno! Battute umoristiche a parte, a Sangano, nel 1982 è stata fondata la Banda Musicale grazie all'interessamento dell'Amministrazione Comunale, della Pro-Loco, e l'aiuto di alcuni volontari. Oggi è più che mai avviata ad un lusinghiero avvenire. Essa dispone di locali, attrezzature, un'insegnante qualificato, molti simpatizzanti e sostenitori, il numero degli allievi cresce continuamente, ci sono in sostanza tutte quelle premesse necessarie per continuare questa interessante iniziativa. È impegno di tutti i musicanti operare sempre meglio affinchè gli applausi siano sempre più meritati. Le sue porte sono aperte a chiunque, senza limiti di età, senza falsi pregiudizi, purché affamati di buona musica. Diventerà consuetudine incontrarla nelle manifestazioni sanganesi e perchè nò, anche estere! Ringraziando quanti ci aiutano, lieta ed orgogliosa di vedervi sempre più numerosi, Essa Vi porge un caloroso a presto risentirci!

Il Presidente Boaglio Michele

Majorettes
Gruppo Sportivo Twirling
«Le Coccinelle» di Sangano

Il Gruppo Sportivo TWIRLING "Le Coccinelle" di Sangano è entrato nel terzo anno di attività. È questo un anno caratterizzato da una intensa preparazione per i campionati regionali e Italiani che si svolgeranno nei mesi di marzo, aprile e maggio. Le atlete che partecipano sono suddivise in quattro categorie in base alla loro preparazione.
Le nostre ragazze del gruppo senior, che parteciperanno per la prima volta, sono inserite nella III categoria. A loro rivolgiamo i nostri migliori auguri per una bella riuscita nelle competizioni, che potrà anche significare il passaggio alla categoria superiore.
Le atlete più giovani, del gruppo junior, assisteranno allo svolgersi del campionato e inizieranno la preparazione per poter competere nell'anno 1985.
Nel corso dell'anno '84, grazie anche alla sensibilità dell'Amministrazione comunale, sono state distribuite le divise nuove, indossate per la prima volta durante la festa dell'anziano. Con l'occasione ricordiamo a tutte le ragazze di Sangano che sono aperte le iscrizioni per formare un nuovo gruppo di allieve.
Per i ragazzi è in corso di formazione un nuovo gruppo di tamburini, pertanto chi vuole divertirsi suonando il tamburo si faccia avanti! sarà ben accettato.
Il Presidente (Drocco Luciano)

Campeggio 1983

Dal 4 luglio al 17 luglio anche quest'anno è stato organizzato dal comune di Sangano il campeggio diurno per i ragazzi della scuola elementare. Nonostante la data d'inizio sia stata posticipata di qualche giorno rispetto agli anni scorsi, le presenze numerose non sono venute meno.
Nell'ambiente cordiale e sereno che ormai da tempo contraddistingue questo campeggio si sono mangiati ottimi e succulenti pasti e si sono svolti giochi, canti e attività nelle cinque tribù di indiani che si sono incontrate per sotterrare per sempre l'ascia di guerra. La costruzione degli accampamenti e dei totem è culminata nel grande giorno di festa che ha visto adulti e piccini danzare e cantare per la pace tutti uniti.
Sono intervenuti, durante qualche giornata, anche i ragazzi della comunità alloggio, ormai conosciuti da molti.
I festeggiamenti si sono conclusi in bellezza con giochi e... grande novità dell'anno... un magnifico rinfresco organizzato e offerto dai ragazzi a tutti i partecipanti. Verso sera, stanchi e magari anche un po' rauchi ma soddisfatti ci siamo salutati: "ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ANNO".

Pro-Loco di Sangano

Da sempre nelle comunità umane gli Uomini ricercano la vita socetaria, si fondano circoli, associazioni ecc.; a volte, quando si toccano limiti indesiderabili, si parla di sette, di clan, si può giungere anche al fanatismo. Ma questo non è il caso di Sangano! Qui, nel nostro caro Paese, esistono dei signori Gruppi ben organizzati operanti in molti settori dello sport, cultura e tempo libero. Sono loro, tramite i propri responsabili, a sostenere e rendere attuale la PRO-LOCO.
Si è voluto e si sta ottenendo che una Associazione, il cui titolo significa operare per il proprio luogo, sia rappresentativa di tutto ciò che, a parte il lusinghiero operato dell'Amministrazione Comunale, si fa per il paese. Farne parte significa quindi collaborare attivamente per far si che il cittadino sappia trarre vantaggio dalle cose belle e costruttive allontanando le storture e brutalità che purtroppo cercano sempre di invadere la nostra esistenza. La nostra società invita i Sanganesi a ponderare su quanto espresso e, scendendo a problemi più venali, a ricordarsi che la PRO-LOCO può esistere solo se desiderata e sostenuta dai cittadini; il modo per farlo è semplice, aderite tesserandovi Soci Sostenitori.

Il Presidente Maggiora Pier Luigi

Notizie in breve

La Provincia ha deliberato il raddoppio del Ponte sul Torrente Sangone della Provinciale Sangano - Villarbasse - Rivoli con una spesa di L. 100.000.000. In primavera inizieranno i lavori di sistemazione ed allargamento della strada da Sangano (centro abitato) al Ponte del Sangone.

L'Amministrazione Comunale in collaborazione con il Gruppo Alpini di Sangano ha commemorato il 3/7/1983 i caduti nei combattimenti alla polveriera di Sangano del 26 luglio 1944, presenti autorità Civili e Militari e Religiose. Il cippo eretto nel Comune di Sangano (zona della Polveriera) a ricordo di Sergio De Vitis - Bertucci Mario - De Petris Massimo - Mongelli Pantaleone - Bottino Bruno - Impiombato Giovanni - Nicoletti Stefano - Botteri Giuseppe. Sono stati resi onori a tutti i caduti ed internati di tutte le guerre.

2a festa dell'anziano

La seconda Festa dell'Anziano era attesa come una festa tradizionale alla quale non si deve mancare, le prenotazioni infatti non si sono fatte aspettare ed il numero delle adesioni (circa 300) è stato superiore al previsto. Quest'anno l'Amministrazione Comunale ha voluto unire alla Festa dell'Anziano, l'inaugurazione del vecchio Municipio che dopo la ristrutturazione è stato adibito a centro polifunzionale. I locali del Centro sono stati assegnati ai diversi gruppi sportivi e culturali operanti nel Comune, ed un locale molto spazioso e fornito di bar è stato adibito a sala di ritrovo per gli anziani.

Anche il nuovo parco pubblico di Via Bert, ha avuto il suo giorno di apertura ufficiale nella stessa data.

Cosi la giornata del 18 settembre 1983 è stata veramente intensa; alla S. Messa sono seguite le due inaugurazioni con la partecipazione di autorità Regionali del Presidente della Comunità Montana Val Sangone, dell'Assessore della Provincia Gattini e dei Sindaci dei Comuni vicini. Dopo l'ufficialità un rinfresco per tutti offerto dall'Amministrazione Comunale, sotto la nuova palestra - aperta sorta nello spazio antistante la Scuola Media. Alle 12,30 appuntamento nel salone per il pranzo, nessuno si è fatto attendere e così alle 13 si cominciava a pranzare. Dopo il pranzo l'attesa lotteria e la consegna della rosa a tutte le signore, quest'anno gentilmente consegnata dal Presidente della Provincia di Torino avv. Maccari. Spettacoli e musica hanno concluso felicemente la giornata.

Stato civile 1983: nati 16 maschi e 12 femmine tot. 28 - decessi 15 - matrimoni 23

www— 1984 n. XII —www

Twirlig, uno Sport

Il Gruppo Sportivo Twirling "Le Coccinelle" di Sangano ha già compiuto il 4° anno di attività ed è una realtà per il nostro paese. La gente si domanda: Perchè è stato sostituito il nome Majorettes con quello di Twirling? La risposta è semplice, le prime hanno solo compiti di fare sfilate con abbigliamento folkloristico senza basi approfondite, mentre il Twirling è una disciplina SPORTIVA costituita da movimenti del corpo coordinati con grazia e armonia, con una preparazione ritmica, ginnica e artistica su base musicale; con l'impiego obbligatorio dell'attrezzo sportivo regolamentare denominato "bastone", secondo metodi e regole internazionali. Le nostre atlete si esibiscono in sfilate, spettacoli e campionati sotto il nome dello SPORT. Nel solo Piemonte i Gruppi tesserati alla F.I.S.T. (Federazione Italiana Sportiva Twirling) sono attualmente 143 ma continuano ad aumentare.
Il Gruppo di Sangano è formato da 42 ragazze, con una fascia d'età che va dai 5 ai 20 anni, che si impegna assiduamente negli allenamenti che si tengono nella palestra delle Scuole Medie di Sangano.
Per tener fede al regolamento le ragazze sono state divise in tre Gruppi così denominati:
CADETTI con ragazze che vanno dai 5 ai 9 anni d'età,
JUNIOR con ragazze che vanno dai 10 ai 13 anni d'età,
SENIOR con ragazze che vanno dai 14 ai 20 anni d'età.
Nel 1984 abbiamo visto i Gruppi impegnati nelle sfilate di Carnevale, alla festa della Primavera, preso parte al 1° Metting della Val Sangone il 17 Settembre a Giaveno del quale hanno dato notizia i quotidiani più diffusi nella nostra Regione, per far meglio conoscere e diffondere lo Sport del Twirling. Un ringraziamento e un plauso rivolto atutte le ragazze per avere così bene onorato il nome di Sangano; infatti, a questo proposito, il Gruppo delle Senior (per la prima volta) ha partecipato al Campionato Regionale di 3a divisione (serie C) che si è svolto in tre prove, ottenendo ottimi risultati e precisamente:
1a prova 25 Marzo 1984 a Torino
III CLASSIFICATE
2a prova 8 Aprile 1984 a Oleggio
Il CLASSIFICATE
3a prova 13 Maggio 1984 a Vercelli
IV CLASSIFICATE
Quindi, visti i risultati, anche per il 1985 ci ripresenteremo ai Campionati Regionali con 2 Gruppi: Junior e Senior a anche tre ragazze che si esibiranno da sole come soliste. Un doveroso Grazie va rivolto all'Amministrazione del nostro Comune per la sensibilità e l'aiuto sempre dimostrato, alla Pro-Loco che sono sempre pronti a venire incontro alle nostre molteplici difficoltà.

IL PRESIDENTE (Drocco Luciano)

Banda Musicale
Del Comune di Sangano

Ricordiamo come fosse ieri, quando i primi allievi si sono iscritti al corso di Musica organizzato dal Comune con il contributo della Regione. Sono passati solo 4 anni precisamente dall'ottobre 1980.
Allora c'era il Prof. PEGGIANI che per tre anni (durata del Corso Musicale a scopo Bandistico) ha seguito questi ragazzi, per i primi mesi continui solfeggi; poi sono arrivati finalmente i primi strumenti musicali con gioia di tutti. Alla prima uscita ufficiale, Agosto 1982 a Sangano, sono seguite altre uscite della banda, varie manifestazioni militari, commemorative, culturali e ricreative, nel nostro Comune e fuori come Santo Stefano Belbo, Piossasco, Bruino.
Quest'anno nel giorno di Santa Cecilia, (Patrona della Musica) con il Maestro Andreone, la Banda ha esordito con il Preludio della Traviata di Verdi, uno dei classici della musica e con questo vogliamo sottolineare dopo solo 4 anni.
A questo punto penso al 7° Comma del nostro Statuto che dice: La vita della Banda Musicale consta di tre momenti importanti, ognuno dei quali è condizione indispensabile per il proseguimento, essi sono, lo STUDIO, le PROVE, e l'ESECUZIONE; queste tre parole vogliono dire enormi sacrifici e grande passione. Quanti meriti hanno questi ragazzi? Moltissimi! A loro, al maestro Andreone diciamo, bravi e grazie.
Sappiano che la cittadinanza di Sangano e l'Amministrazione Comunale sono orgogliosi di loro.

IL PRESIDENTE Boaglio Michele

Inaugurazione nuovo centro incontro anziani terza età

L'Amministrazione Comunale ristrutturando l'ex Municipio ha voluto destinare dei locali per un centro incontri.
Un gruppo di volonterosi formando un direttivo nominando Presidente il sig. Dante CORNETTO ha costituito il nuovo centro della terza età al quale possono aderire anziani e pensionati che desiderano raccogliersi in serenità onde scambiarsi idee, intrattenersi in giochi da tavolo, godere della compagnia reciproca, solidarizzare e partecipare alle iniziative da programmarsi.
Alla costituzione del centro come esposto a grandi linee è seguita la realizzazione, cioè l'appello alle iscrizioni che sono state numerose, da avere a circa un mese dalla sua fondazione superato i 200 soci. Come abitudine generale uno dei principali trattenimenti è costituito dal gioco delle carte, e non soltanto per gli uomini, poiché anche le signore, oltre che ai lavori a maglia si dedicano a questo passatempo.
L'Amministrazione Comunale aveva già da tempo dotato i locali con tutte le attrezzature compreso il bar che è stato reso funzionante ed è gestito gratuitamente dal Direttivo e da volenterosi soci, con periodi di turno settimanale. Un altro impegno importante è tenere in ordine e puliti i locali, questi lavori sono effettuati grazie alla buona volontà operosa di socie e soci.
L'arredamento fornito in parte dal Comune e in parte dai soci in una simpatica gara per rendere più confortevole la nuova sede, con poltrone, posters, televisore, offerto dalla Pro-Loco, numerosi quadri (opera del signor Fenoglio e non dimentichiamo i vasi e le piante ornamentali offerte e curate dalle gentili signore.
La gestione e l'organizzazione del centro sarà autonoma con un proprio bilancio annuale avallato da Revisori conti. Un ringraziamento all'Amministrazione Comunale e un augurio a tutti i soci ed amici per l'anno 1985.

IL PRESIDENTE Cornetto Dante

Stato civile 1984: nati 7 maschi e 18 femmine tot. 25 - decessi 17 - matrimoni 16

www— 1986 n. XIII —www

Assessorato allo Sport e Tempo Libero

Il Comune di Sangano, Assessorato allo Sport e Tempo libero, ha voluto ricordare l'amico e Consigliere Comunale Sergio Andruetto, patrocinando ed organizzando il "MEMORIAL ANDRUETTO SERGIO" con la collaborazione delle Associazioni Sanganesi. Torneo di calcio che si è svolto dal 5 al 14 Settembre '86 con la partecipazione delle Società calcistiche di Sangano, Bruino, Coazze, Giaveno, Piossasco, Reano e Villarbasse. La manifestazione ha avuto il giusto successo con la partecipazione calorosa del pubblico sanganese.
Il Torneo affrontato con entusiasmo dalle squadre partecipanti ha avuto nell'U.S. Giaveno un degno vincitore. Alla premiazione erano presenti oltre all'Amministrazione Comunale la mamma di Sergio e la Signora Andruetto con le figlie.
L'Assessorato allo Sport e Tempo Libero, ringrazia per la collaborazione tutte le associazioni sportive e culturali sanganesi, per il serio impegno profuso e per le riuscitissime manifestazioni proposte alla collettività.

Twirling - uno sport

Forse c'è ancora qualcuno che sorride quando sente dire che il twirling è uno sport. Forse perchè è vincolato alla ormai vecchia immagine delle majorettes che sfilano. Il twirling è uno sport, lo hanno constatato le nostre ragazze che anno dopo anno sono arrivate ad un livello di preparazione eccezionale.
In questi ultimi cinque anni, cioè da quando il nostro gruppo è solo a Sangano, il twirling a livello nazionale e internazionale ha effettuato un grosso sforzo per estendere sempre più questo sport.
Sono stati affinati i regolamenti ma soprattutto la qualità degli esercizi, tutti eseguiti con accompagnamento musicale. Il twirling è movimento, è ritmo, danza e precisione.
Con tutto questo si evidenzia il significato di creazione sportiva; questo connubio meraviglioso di movimenti del corpo, fa si che la nostra attività sia tra le più complete e crea nei giovani la convinzione della utilità di questa formazione sportiva. Le ragazze del gruppo di Sangano hanno vissuto con passione questo passaggio dal gioco, quale pareva loro cinque anni fa, alla impegnativa disciplina sportiva, tanto è vero che attendono impazienti più le gare ufficiali che le sfilate che non permettono di far vede-re a tutti i risultati delle loro fatiche. E risultati ve ne sono stati. Nel 1985 abbiamo partecipato al Campionato Italiano con il gruppo Senior, il team Junior e tre soliste, mentre queste ultime hanno ottenuto risultati soddisfacenti, il gruppo Senior, alle prove regionali, si è classificato secondo a Torino, primo a Borgomanero e a Oleggio. Grazie a questi risultati sono entrate di diritto alla gara Nazionale svoltasi a Novara il 14 aprile 1985, classificandosi al secondo posto. Un plauso quindi alle ragazze, tutte, che hanno così dato una grande soddisfazione a coloro che da anni le aiutano. Nel 1985 il gruppo twirling ha partecipato ai campionati Regionali classificando il Team Cadetti al secondo posto e il gruppo Senior al terzo posto. I campionati non sono stati comunque il nostro unico appuntamento con le competizioni, ci siamo esibiti pure in diverse altre manifestazioni. È doveroso ricordare che gran parte del merito di questi ottimi risultati, è pure dell'Amministrazione Comunale di Sangano nonché della Pro-Loco che sempre ben collaborano per mantenere in vita il nostro Gruppo.
Un caloroso grazie va pure alle atlete che hanno lavorato con molto impegno durante tutto l'anno; ai genitori e a tutti i simpatizzanti che spesso sono stati "ossigeno" del gruppo e... insomma W IL SANO SPORT, W IL SIMPATICO TWIRLING!!!

IL PRESIDENTE (Drocco Luciano)

Tutto il calcio anno per anno

Squadra Dilettanti: vincitrice del Campionato di 3a CAT. e promossa in 2a CAT. Allenatore Sig. Santoro.
Pulcini: vincitrice del proprio Campionato ed affermazioni in Tornei importanti. Allenatore Sig. Contini.
Mini-Esordienti: vincitrice del proprio Campionato ed affermazioni in Tornei vari. Allenatore Sig. Pillon.
Mini-Esordienti-riserve: 3a in Campionato e vincitrice del Torneo di Giaveno. Allenatore Sig. Borlizzi.
Esordienti: 3a in Campionato. Allenatore Sig. Clapier.
Questi in sintesi i risultati conseguiti nella stagione calcistica 1985 - 1986.

Importanti anche le novità:
nell'1985 si è costituita la Sezione Uisp presieduta dal Sig. Chiesa e fortemente voluta dal compianto Andruetto Sergio cui è stato dedicato il Torneo tenutosi nel mese di Settembre fra le squadre Dilettanti della Val-Sangone;
per il settore Giovanile, ferma ll’impossibilità di allestire squadre strettamente locali (s'invitano le coppie senza o con pochi figli ad... una maggior collaborazione!) abbiamo effettuato una fusione dando vita all'U.S. Rivalta-Sangano con ben 10 squadre in attività ed un'avviata Scuola Calcio diretta dal Prof. Giusiano - Tecnico Federale ed insegnante di educazione fisica.
La serietà e validità del lavoro svolto ci hanno consentito di concludere la stagione al 9° posto nella speciale classifica per società fra le altre 200 partecipanti, entrando così di diritto nel prestigioso Super Oscar, competizione riservata alle migliori 16 società di Torino e provincia (e solo chi vive nell'ambiente sa quale valore abbia un simile risultato!). Sul fronte delle notizie meno allegre, il trasferimento a Trana, per motivi di sponsorizzazione, dell'ottima squadra femminile cui vanno i nostri migliori auguri ed il ridimensionamento delle squadre in attività a Sangano per l'impossibilità del Campo a "reggere" tanti ragazzi.
Anche questo avvio di stagione pare confermare quanto di buono è stato seminato (5 squadre ancora imbattute) mentre i Dilettanti, dopo un avvio sofferto, paiono aver trovato il passo della categoria superiore. Rilevante comunque il fatto che fra Sangano e Rivalta circa 300 ragazzi siano impegnati in questa sana disciplina sportiva oltre ad allenatori, preparatori, dirigenti, ecc. e confortante la constatazione che, forse pur inconsapevolmente, si stia in questo modo adempiendo ad una precisa funzione sociale in favore dei nostri giovani.

IL PRESIDENTE Vacchina Pier Giorgio

Vivi giovane vivi oratorio

Per l'Oratorio di Sangano il 1986 è stato un anno particolarmente ricco di attività e di avvenimenti importanti, seguiti da gran parte della popolazione.
Chi non ricorda a maggio i festeggiamenti calorosi pieni di gratitudine per salutare don Annibale Vicino che, dopo tanti anni dedicati al servizio della nostra comunità, ha lasciato la nostra parrocchia. Non meno partecipata e sentita è stata l'accoglienza in giugno al nuovo parroco don Angelo Arisio, venuto tra noi dalla parrocchia di S. Giovanni Vianney di Torino.
Un altro fatto importante è stato l'inizio e, speriamo, il termine dei lavori di ristrutturazione del vecchio oratorio, ritenuti necessari per poterne fare un centro di catechesi e di formazione e anche un punto di riferimento per i giovani di Sangano nel loro tempo libero. Cogliamo l'occasione per ringraziare quanti hanno collaborato e ancora collaboreranno per sostenere le spese e ringraziamo soprattutto don Annibale e don Angelo per il loro contributo.
Vogliamo ora sottolineare le ormai consuete attività e manifestazioni svolte durante l'anno: il Carnevale con i nostri carri "girovaghi" anche nei paesi vicini; la castagnata e la festa delle torte; la sentita preparazione del Natale e tante altre occasioni in cui ci siamo ritrovati tutti insieme in allegria con spirito di fraternità e comunità, spesso accompagnate dalla presenza della Banda musicale. Ricordiamo inoltre il Novembre musicale, organizzato dall'Oratorio con la collaborazione e il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura e della Pro-Loco.
Momenti importanti sono stati i ritiri di uno o più giorni che sono stati molto apprezzati dai nostri giovani e ragazzi e che hanno suscitato in loro entusiasmo e impegno. Ricordiamo infine che l'Oratorio, sia per le elementari, sia per le medie, è aperto tutti i pomeriggi del sabato, per offrire a ragazze e ragazzi un momento di aggregazione, svago e formazione cristiana. Augurando "Buon 1987" diamo a tutti l'arrivederci alle prossime attività oratoriane.

L'Oratorio

Notizie in breve

Vogliamo ricordare in questo XIII Notiziario Sanganese (il primo della nuova Amministrazione Comunale) il Consigliere Andruetto Sergio che improvvisamente ci ha lasciati. Sergio era per tutti noi un grande amico, aveva intrapreso questo gravoso impegno di amministratore comunale con quella umiltà e quello spirito umano e disinteressato che sempre lo ha distinto nella sua vita sia familiare che di lavoro. Il suo unico obiettivo, se vogliamo dire politico-amministrativo era di essere sempre disponibile e utile ai problemi della comunità.
Caro Sergio quella poltrona vuota in sala consiliare vuol dire tante cose ma soprattutto è il tuo ricordo che sarà sempre vivo in noi.

La cappella di San Sebastiano
Un brandello di storia dell'arte Sanganese che chiede di perpetuarsi.

Molti Sanganesi hanno espresso il desiderio di veder restaurata la Cappella di San Sebastiano che si trova nella piazzetta poco oltre il mulino: le attuali condizioni di degrado in cui si trova sono veramente inaccettabili. La Cappella fu costruita ai primi del settecento e pertanto ogni opera che riguardi il suo recupero è sottoposta all'approvazione della Sovrintendenza delle Belle Arti. In settembre si è riunita un'assemblea di abitanti della zona che ha incaricato un gruppo di persone di studiare il problema. Questo si è rivelato difficile da risolvere, sia per quanto riguarda gli oneri economici, che per quanto concerne l'espletamento delle pratiche burocratiche.
Tuttavia riteniamo che sia ormai necessario affrontare il problema, per dare una sistema-zione decorosa a quello che fu un luogo di culto con un suo senso e significato e per salvare un valore artistico e culturale che arricchisce tutta la comunità. Al proposito sono gradite informazioni, notizie ed altro. La Commissione sta approfondendo il problema e cercherà, in base al mandato ricevuto di prendere le decisioni più idonee e rapide. Si impegna inoltre a tenere al corrente di tutto ciò che si potrà fare, la cittadinanza, che sarà interpellata e chiamata a sostenere l'impresa con il reperimento di fondi e con la partecipazione personale per tutto ciò che si potrà fare da sè.

Un gruppo di sanganesi

"Borgata delle Prese"

Una decina di case, la cappelletta, il forno, tutto nascosto tra i castagneti, ai piedi di Pietraborga, la cima più alta della "nostra montagna", questa è "LA BORGATA DELLE PRESE", dalla quale si gode la splendida panoramica della collina di Torino, dominata dalla Basilica di Superga e dal Faro della Maddalena.
Gli abitanti della borgata, benché solo dimoranti nei periodi estivi, vogliono mantenere le belle tradizioni di un tempo. Si sono prodigati infatti per festeggiare solennemente il 20 luglio, la patrona delle Prese, S. Maria Maddalena, alla quale è dedicata la cappelletta, in fase di ristrutturazione. Don Angelo Arisio, parroco di Sangano, ha celebrato la S. Messa, ricordando Andruetto Sergio e Sclarandi Renato prematuramente scomparsi, che amavano la cara terra delle Prese.
Nel pomeriggio è stato allestito il Banco di Beneficenza, si sono svolte gare al punto e alla baraonda, la "banda di Sangano", ha reso allegra la festa con alcuni ballabili ed il "Ponte", ha dato il tocco artistico con la mostra dei quadri, che sono stati in seguito venduti all'asta tra i presenti. Il ricavato della festa (tra cui alcuni quadri offerti dal "Ponte" e venduti all'asta), verrà utilizzato per la ristrutturazione della cappelletta.
Gli abitanti delle Prese ringraziano tutte le persone che hanno partecipato e collaborato alla realizzazione della festa, intendendo ripeterla il prossimo anno ed invitano tutti i sanganesi che ancora non conoscono la borgata ad intervenire.

Gli amici delle Prese.

Stato civile 1985: nati 5 maschi e 10 femmine tot. 15 - decessi 25 - matrimoni 21

Stato civile 1986: nati 16 maschi e 8 femmine tot. 24 - decessi 29 - matrimoni 21

www— 1987 n. XIV —www

Edificio scuola media Ampliamento struttura polivalente per attività sportive

L'Amministrazione Comunale di Sangano, nell'ottica di un miglior uso del territorio, ha sempre perseguito lo scopo di intervenire in modo completo su ogni area destinata al servizio della comunità. Al fine di perseguire tale obiettivo nel 1983 fu portata a compimento una grande struttura, in legno lamellare, (denominata la Pagoda) coperta con una pista polivalente e le gradinate di una capacità di 300 persone a sedere.
Dopo l'inaugurazione molte furono le occasioni per l'utilizzo di tale impianto, si ebbe modo di notare che, purtroppo, nel periodo invernale, detta struttura restava inutilizzata per alcune manifestazioni sportive. Tale struttura aperta, nel periodo di brutto tempo, anche la scuola non poteva utilizzarla. Inoltre le attività scolastiche ed extra - scolastiche, quale pallamano, pallavolo, pallacanestro, si potevano svolgere in modo limitato per le ridotte dimensioni della pista polivalente. Ecco qui la necessità di completare la struttura citata, che posta sull'area di pertinenza della Scuola media inferiore, risulta essere un polo di attrazione per le attività sportive scolastiche. I 2500 mq. di area libera che circondano la scuola stessa, completano, quindi, la struttura sportiva progettata, permettendo attività sportive anche all'aria libera. L'Amministrazione Comunale richiedeva alla Regione Piemonte - Assessorato Pubblica Istruzione, un contributo in conto capitale per le spese da sostenersi per il completamento dell'edificio scuola media, consistente nell'ampliamento sostanziale e funzionale di una struttura polivalente per le attività sportive.
Sommariamente l'intervento consiste nell'ampliare la superficie coperta di mq. 240 aggiungendo alle capriate esistenti, altre due capriate sempre in legno lamellare; la pista verrà allungata per un totale di mq. 64 in più rispetto all'attuale, permettendo così lo svolgimento di pallamano, pallavolo, pallacanestro ed altre discipline sportive. La Giunta Regionale deliberava a favore del Comune di Sangano un contributo.. L'opera è stata appaltata e i lavori inizieranno presumibilmente nella primavera 1988.

Area di parcheggio presso l’asilo infantile Valfredo

Negli ultimi anni si è manifestata la necessità di realizzare un'area di parcheggio in Via G. Gino, onde consentire una agevole sosta dei veicoli nelle vicinanze dell'edificio, attualmente molto difficoltosa dall'esiguo spazio esistente, per ovviare ai pericoli che possono derivare dal continuo traffico viario. La Fam. COSTA di Villarbasse ha concesso gratuitamente l'area a fianco dell’asilo onde poter realizzare l’opera a beneficio della Comunita.
L'Ufficio Tecnico Comunale ha studiato il problema realizzando il progetto esecutivo dell'area di parcheggio, prevedendo una spesa di L. 28.007.700, che è stato approvato dal Consiglio Comunale in data 30.7.87. Si è quindi proceduto all'appalto dei lavori. L'opera in questione si rivelerà molto utile in quanto consentirà agli utenti un sicuro accesso all'ingresso dell'Asilo Infantile.

Scuola bus

Dal 1° gennaio 1987 vedremo circolare nuovo scuolabus per il trasporto alunni delle scuole elementari e medie. Il vecchio e caro scuolabus dopo 10 anni di servizio viene sostituito con un moderno e più funzionale mezzo di trasporto che consentirà ai nostri bambini un più comodo e confortevole ritorno a casa. Tale mezzo acquistato tramite svolgimento di regolare gara d'appalto, per l'ammontare di L. 75.992.000 IVA compresa; usufruisce dell'erogazione di un contributo regionale per L. 31.000.000, la spesa rimanente risulta a carico del bilancio comunale.
Ancora un piccolo contributo all'interesse della comunità.

Assessorato al commercio

Come già preannunciato nel precedente notiziario, sono in corso le pratiche per la ristrutturazione del mercato del venerdì. Sono sempre più numerose infatti, le richieste di posti, da parte dei commercianti ambulanti, per cui è necessario aumentare la superficie disponibile per lo svolgimento del mercato, in modo da poter offrire ai cittadini, una maggiore disponibilità di merci di tipo diverso, onde ottenere un servizio ottimale. Proprio per incontrare le esigenze dei consumatori, nel 1981 si è trasferito il mercato dalla Via S. Giorgio alla Via Bonino, che ha permesso un maggior numero di posti e trovandosi in una posizione centrale ha rappresentato una posizione favorevole per tutta la popolazione.
Poiché, tuttavia, si ripresenta la necessità di aumentare ancora il numero dei posti del mercato, la nuova Commissione per il commercio ambulante, ha proposto un nuovo regolamento disciplinante il settore, che è stato approvato dal C.C. in data 4.12.1987. In base alle disposizioni delle nuove norme, il mercato del venerdì sarà dislocato oltre che nella Via Bonino, nella piazzetta a fianco del Municipio, previa sistemazione del terreno. In questo modo, il numero dei banchi di vendita passerà da 24 a 34 (massima disponibilità assegnata dalla Direttive Regionali a Comuni simili al nostro) e offrirà quindi, presumibilmente a partire dal primo semestre 1988, una più ampia scelta di prodotti, che renderà più efficiente il servizio offerto dal mercato di Sangano.

"Borgata delle Prese"
19 Luglio 1987

La Festa della "BORGATA PRESE" è ormai giunta al 3° anno; grazie alla fattiva collaborazione degli abitanti la giornata è risultata ricca di iniziative e di allegria. La gente affluita numerosissima, chi a piedi chi in macchina, si è riunita intorno alla cappella per assistere alla Messa in onore della Patrona S. Maria Maddalena, celebrata dal nostro caro don Angelo, che appoggia sempre con entusiasmo le iniziative dei suoi parrocchiani.
Dopo il pranzo sono iniziati i vari giochi, gara alla baraonda e al punto, estimo del maialino e la caccia al tesoro; la partecipazione è stata numerosa e sentita. Anche il "banco di beneficienza", ha avuto un notevole successo, grazie a coloro che hanno collaborato alla realizzazione ed un grazie particolare a quanti hanno offerto doni di vario genere. Una nota particolare della festa è stata l'esposizione della "Ricerca sulla Borgata Prese", realizzata dalla Sig.ra ANDRUETTO Maria Teresa con la collaborazione del Sig. MASSA Giuseppe.
Anche i Sindaci di Sangano e Trana sono intervenuti alla festa, e non potevano mancare alcuni componenti della Banda Comunale di Sangano.
La giornata si è conclusa con la premiazione dei vari giochi.

arrivederci al prossimo anno
GLI AMICI DELLE PRESE

Pro-Loco Sangano

La Pro-Loco nella sua nuova forma organizzativa che vede il Consiglio Direttivo formato da rappresentanti dei vari gruppi che operano in Sangano, ha vissuto, con omogeneità d'intenti ed una grande carica di entusiasmo, il suo primo anno di esperienza. Grazie al Vostro interesse e alla Vostra partecipazione, unitamente alla disponibilità dell'Amministrazione Comunale e al costante interesse degli Assessorati allo Sport e Tempo Libero e alla Cultura, tutte le manifestazioni indette hanno riscontrato un incoraggiante successo che ripaga ampiamente il nostro sforzo organizzativo. Successo ha avuto il carnevale che per la prima volta ha sperimentato l'esperienza del gemellaggio con il Comune di Bruino. La partecipazione di numerosi carri allegorici, gruppi mascherati, maschere singole e una moltitudine di folla festante, è stata una dimostrazione di buona volontà e incoraggiamento a manifestazioni future. La Festa della primavera, con l'affascinante spettacolo di danza classica e moderna offerto dal Gruppo danza, e il prestigioso saggio di armonia ginnica proposto dal Gruppo twirling hanno aperto gioiosamente le porte all'estate.
La Festa patronale iniziata con la passeggiata musicale della nostra Banda, ha successivamente coinvolto per tre giorni consecutivi la quasi totalità dei cittadini con gare boccio-file, giochi per bambini, serate danzanti sia per gli appassionati del ballo liscio che per le musiche più giovanili di disco-dance. La conclusione dei festeggiamenti è avvenuta con una splendida serata di gala che ha visto la partecipazione di un elegante e folto pubblico attratto dalla magnifica Orchestra attrazione del nostro concittadino Daniele Comba.
Tutto l'anno è stato poi punteggiato da gare podistiche organizzate dall'efficiente Gruppo podismo, che annovera tra i suoi iscritti nomi di rilievo a livello regionale e nazionale. Non sono mancati gli appuntamenti gastronomici gestiti dal sempre operoso Gruppo Alpini, e cosi la Rosticciata di primavera, la Fragolata di mezza estate, infine la Castagnata di autunno, sono state valide occasioni per riunirsi attorno ad un tavolo per trascorrere una giornata in allegria. Tutte queste nostre iniziative che voi cittadini avete dimostrato di gradire ed apprezzare, ci siano di stimolo a proseguire con rinnovato entusiasmo per l'anno a venire, e cosi la Pro-Loco, ed in essa i gruppi che vi operano già pensano ad intensificare le manifestazioni nel periodo che va da Maggio ad Agosto. Un doveroso ringraziamento va rivolto ai commercianti ed artigiani che troviamo sempre disponibili ad una costruttiva collaborazione.
A voi tutti che ci seguite e sostenete, agli iscritti dei vari gruppi, ai nascenti Gruppo giovani e Gruppo palla a volo, a tutti coloro che si sono fatti avanti per collaborare per il bene di tutti, vada il nostro più sentito ringraziamento ed i nostri sinceri auguri 1988.

IL PRESIDENTE Matta Franco

La Banda compie cinque anni

Correva, (correva, correva a tempo di marcia... lenta) l'anno 1982 quando un gruppetto di coraggiosi ed entusiasti amici della musica si riunì per farla nascere. Il battesimo avvenne sotto il sole di agosto fra la gente che si chiedeva se facevamo sul serio o no. Facevamo, facciamo sul serio: ora possiamo ben dirlo, senza timore di smentite, basta fare il confronto fra le fotografie della fondazione e quelle attuali. Siamo cresciuti nell'età: le bimbette e i bimbetti sono diventati signorine e giovanotti. Siamo cresciuti nel numero: il registro degli attuali iscritti è a quota 60. Siamo cresciuti nell'entusiasmo e nell'impegno: e questo non si misura in centimetri ma è testimoniato dai risultati. E i risultati ci sono, basta fare il riassunto della nostra attività di un anno. Oltre ad essere presenti alle varie manifestazioni in Sangano è diventato normale suonare "in trasferta", e non solo nei paesi limitrofi: infatti nel mese di maggio abbiamo fatto sentire le nostre note niente po' pò di meno che a Rimini, con un servizio/gita di due giorni ed è un'esperienza che contiamo di continuare ed ampliare.
Al concerto di Santa Cecilia, svoltosi come di consueto alla fine di novembre, hanno partecipato ben 12 allievi che quella sera hanno indossato la nostra divisa per la prima volta.
La nostra scuola di musica anche quest'anno ha un discreto numero di iscritti attualmente alle prese con le delizie del solfeggio e, perseveranza accompagnando, saranno loro a raccogliere gli applausi delle "reclute" al prossimo concerto di S. Cecilia. Ovvio che in cinque anni non tutto è sempre stato rose e fiori: ci sono stati (e ci saranno ancora) i momenti difficili, le contestazioni, le incomprensioni, gli attimi di incertezza, ma anche questi sono sintomi di vitalità: si litiga quando ci si vuol bene e non sono le parole ma l'indifferenza che deve far paura. Speriamo solo che, come fin'ora è stato, tutto si stemperi sempre nella voglia di fare, ricominciando magari da capo, con inesauribile e rinnovato entusiasmo. Cosa altro possiamo dire della nostra Banda che compie cinque anni? Beh, facciamole gli auguri: che possa festeggiare i dieci, venti, cinquant'anni di vita e via via tutti quelli che le saranno dati senza che la polvere appanni mai strumenti e spartiti, per la gioia nostra e di chi ci ascolta.

IL PRESIDENTE
Franco Tuninetti

Pallavolo Sangano

Con la fine delle vacanze estive e la ripresa delle attività sportive, anche la Pallavolo Sangano ha iniziato il suo 4° anno di vita, con numerosi cambiamenti sia all'interno della società che nella squadra. All'apertura delle iscrizioni, la situazione si presentava piuttosto preoccupante in quanto la società si scioglieva e, delle gloriose 12 ragazze, ne restavano solo 4 le quali, tirate su le maniche, non hanno lasciato che la loro squadra andasse a rotoli. Grazie al nuovo allenatore, Rolle Ezio, è stato possibile inserire una Giovane Categoria formata da 19 "piccoli terremoti" piene di vita dai 9 ai 12 anni, le quali, nonostante i duri allenamenti, non si sono scoraggiate e stanno dando i loro piccoli frutti. Per quanto riguarda la squadra delle più grandi, dai 14 anni in su, il numero delle ragazze è salito a 8 ma si spera che arrivino nuovi "campioni in erba" senza limiti di età, (anche le novantenni), per poter avere 2 squadre al completo durante le partite di allenamento, ed un cambio sicuro per quelle ufficiali.
Con l'aiuto dei Ragionieri Basso e Tonti, la Società di Pallavolo è stata regolarizzata ed ha un proprio Statuto interno retto dalle Signore e Signorine Tonti, Becchio, Dossi, Zambon, e dai Signori Basso e Rolle.
A maggio organizzeranno il 3° Triangolare Memorial Pina Audano ed a ottobre 1988, problemi permettendo, parteciperanno ad un Torneo A.I.C.S. che le vedrà impegnate contro squadre di Torino e Provincia. Anche se la fantasia delle ragazze vaga verso mete sempre più lontane, per ora ci sono solo gli allenamenti, la voglia di imparare e le partite contro il loro allenatore, ma sperano che i loro sforzi vengano ricambiati con l'appoggio di un folto gruppo di tifosi durante le partite ufficiali e l'aiuto materiale da parte di tutti, a far si che la Pallavolo Femminile Sangano possa continuare di anno in anno.

Dossi Daniela

A.C. Sangano sempre più in alto

Il primo campionato di 2a categoria si è concluso senza particolari problemi con la squadra in posizione di centroalta classifica. Vittoria in campionato per le squadre Debuttanti (Ali. Sig. Borlizzi), Pulcini (Ali. Sig. Lo Parco), Esordienti (Ali. Sig. Clapier) ed ottimi piazzamenti per tutte le altre compagini del settore giovanile.
Ma "chi si ferma è perduto!" e così anche per la stagione 87/88 sono da segnalare importanti novità.
Rafforzamento della squadra dilettanti (Ali. Sig. Santoro) con l'arrivo dell'ottimo ed acrobatico portiere Andruetto, dei rocciosi difensori Falbo e Gatti, del "cervello" Miani e del giovanissimo cursore Ciro. Immediato è stato il loro inserimento nel "sin troppo affiatato" gruppo dei veci, che ormai a Sangano attendono serenamente la pensione a testimonianza dell’aria pura" che qui si respira!
Forze nuove anche per la vetusta e sparuta compagine societaria: Ponticelli, Vincenti e Fogliaceo sono stati gli "acquisti migliori"!! Per il settore giovanile, anno sperimentale, attraverso la concentrazione nell'A.C. VAL-SANGONE di molte società della vallata (LA SALLE-GIAVENO, A.C. SANGANO, U.S. BRUINO, U.S. RIVALTA, BEINASCO). I risultati, manco a dirlo, sono ad oggi decisamente positivi e collocano la VALSANGONE in posizioni di vertice fra le oltre 300 società di calcio operanti in Piemonte. Oltre 400 ragazzi tesserati con prospettive calcistiche di sbocco locale dalla 2a categoria alla Promozione mentre un augurio particolare va ai debuttanti La Rotonda e Lisai che sono andati a rinfoltire i ranghi del Torino Calcio aggiungendosi agli altri 5 nostri giocatori già prelevati negli scorsi anni; l'emorragia purtroppo non è finita perchè altri 4-5 elementi sono in osservazione e ciò a dimostrare la validità della nostra scuola diretta dal Tecnico Federale Prof. Giusiano. Tutte bene dunque?! Direi di si, avuto presente i modesti mezzi a disposizione. Lamentele?! Sempre le stesse, ed allora a che serve ripeterle?!
Ringraziamenti?! Solo all'Amministrazione Comunale che fra i molteplici problemi, ci è rimasta comunque vicina ed agli 11 tifosi che la domenica ci seguono...! e chissà che l'88 non ci porti il 12° sostenitore.

Podismo Sangano

Il Gruppo Podistico Sangano compie quest'anno sei anni di attività sportiva, giungendo a oltre 50 iscritti.
In questi anni, infatti, sono stati raggiunti ottimi risultati nelle categorie giovanili, ma soprattutto si è creato, grazie alla volontà di quanti hanno dedicato buona parte del loro tempo libero a questa attività, creando un ambiente dove la parola sport conserva ancora il suo significato più vero. Si è avuto nel G.P. SANGANO A.T.P. un netto miglioramento qualitativo, in quanto dopo innumerevoli sforzi da parte del Direttivo con la collaborazione entusiasmante degli sponsor A.T.P. si è riusciti a rendere omogenea la società in tutte le sue categorie.
L'obiettivo è sempre il medesimo: praticare dello sport sano e genuino a livello amatoriale promuovendo sempre e comunque l'inserimento di giovani volenterosi. In questi ultimi mesi si è rafforzato il settore adulti dove ha visto la nostra società nelle primissime pagine dei giornali sportivi, qualificandoci Società "sorprendente" fra questi adulti ne vediamo diversi che primeggiano nelle loro categorie facendo sempre più conoscere la nostra società in campo Nazionale.
Tutto ciò ci rende orgogliosi dando lustro a Sangano quale piccolo paese della Val Sangone, che ha molte iniziative promozioni sportive.

IL PRESIDENTE Ostellino Ezio

Oratorio per tutti

"Veramente una bella festa". Questo è stato il commento che abbiamo raccolto da molti partecipanti all'inaugurazione dei nuovi locali dell'Oratorio "Don Bosco" di Sangano, avvenuta l'8 dicembre scorso, giorno dell'Immacolata. Alla presenza di un gran numero di Sanganesi di tutte le età, dell'Amministrazione Comunale con il Sindaco e della ormai famosa Banda Musicale, il nostro Parroco Don Angelo, ha tagliato il nastro inaugurale. È stata una festa in famiglia dove tutti i presenti si sono sentiti partecipi di quanto è avvenuto nella nostra comunità. Questa bella struttura, realizzata con il contributo di tutti noi, è ora a disposizione delle famiglie e dei ragazzi di Sangano. Infatti, l'Oratorio, già in funzione ormai da otto anni, vuole aiutare i nostri figli a scoprire che anche in un gruppo di coetanei, fuori dall'ambiente famigliare, possono essere vissuti i grandi ideali che veramente caratterizzano una vita, rendendola piena di significato e degna di essere vissuta, dove ciascuno conta perchè è una persona. Questo è lo scopo che noi organizzatori ci siamo dati lavorando nell'Oratorio. Siamo consapevoli di essere decisamente contro corrente, visto il dilagare di una crescente spersonalizzazione dei rapporti umani regolati sempre più dall'efficientismo e dall'egoismo.

Quante volte forse noi stessi abbiamo "usato" gli altri come cose o ci siamo sentiti "oggetto" per un altro che, pur con altre parole, ci diceva: "Ti parlo, ti degno di attenzione solo perchè hai ciò che mi interessa. Quando l'avrò ottenuto non conterai più nulla per me".
In questo mondo, dominato dal consumismo, sensibile alle sole cose materiali, vogliamo che l'Oratorio sia un valido cooperatore delle famiglie nell'opera educativa dei figli. Questo compito ora viene svolto da alcuni giovani e da alcuni genitori che organizzano giochi, tornei, recite, gruppi di incontro, campi scuola e ritiri, cercando di offrire ai ragazzi un luogo dove incontrarsi con i coetanei, giocare, discutere e pregare, lontani dai pericoli presenti altrove. Vorremmo che a Sangano non succedesse mai quanto sta avvenendo in località vicine, raggiunte dalla peste della droga e dove i genitori non sanno più come agire per aiutare i loro figli a vincere questo pericolo, più grave di una malattia.
Per quanto possibile, ci proponiamo di essere di aiuto nella prevenzione di questo flagello che potrebbe insidiare anche i nostri figli. Vorremmo aiutare i ragazzi a crescere, oltre che nel fisico, anche nello spirito morale perchè siano pronti ad affrontare le grandi scelte della vita che li attende. Per realizzare pienamente questo fine occorre che tutti i genitori dedichino un poco del loro tempo anche all'Oratorio pensando all'educazione dei ragazzi. Forse sarà necessario rinunciare ad un fine settimana sulla neve... "che fa tanto bene alla salute"... o ad una "salutare passeggiata" di cinquanta chilometri in bicicletta, o forse più semplicemente si tratterrà di resistere, una sera ogni tanto, all'allettante richiamo di una comoda poltrona davanti alla televisione. Per molti altri ancora sarà forse necessario spostare impegni più importanti, ma siamo dell'avviso che per i figli dovremmo fare anche questi sacrifici, partecipando più direttamente alla vita dell'Oratorio ed intervenendo, ciascuno secondo le proprie capacità, alle varie attività che in esso si svolgono. Pertanto a tutti i papà e mamme della nostra Comunità, giovani o meno giovani, rivolgiamo l'invito a partecipare agli incontri che quindicinalmente sono organizzati per i genitori, ricordando che questo può anche essere un modo per sfuggire allo stress di una vita quotidiana fatta di preoccupazione e lavoro.

Gli animatori dell'Oratorio

Il nuovo Oratorio inaugurato l'8 dicambre 1987

Il Gruppo Alpini di Sangano
alla commemorazione del 4 novembre - Parco della Rimembranza

Stato civile 1987: nati 12 maschi e 10 femmine tot. 22 - decessi 25 - matrimoni 32

www— 1988 n. XV —www

Cappella di San Sebastiano

Nel bollettino del 1986 si era espresso il desiderio di veder restaurare la Cappella di San Sebastiano, nel piazzale omonimo. Oggi possiamo dire con gioia che il desiderio si è avverato. Grazie all'interessamento di tante persone che hanno voluto occuparsi di questo patrimonio locale e che hanno cercato in ogni modo di far rivivere un pezzetto di arte e di storia spirituale, è stato possibile restaurare la Cappella.
Ottenute le necessarie approvazioni da parte delle autorità competenti e con l'opera sapiente di volontari si è finalmente inaugurata in data 26 maggio 1988.
La Cappella di S. Sebastiano tornata come un tempo con una grande e commovente partecipazione di tutti noi Sanganesi a testimoniare il valore che la nostra Cappella ha per la nostra Comunità. Vogliamo ringraziare con riconoscenza il Comitato e tutte le persone che si sono prodigati per questi restauri che costituiscono un grande patrimonio artistico della nostra Sangano.

Associazione gruppo Alpini

Commemorazione dei Caduti della Guerra di Liberazione in Val Sangone

L'anno 1988 è stato ricco di avvenimenti e di manifestazioni per le nostre associazioni. Il giorno 8 maggio una nutrita rappresentanza di tutte le «Associazioni» ha preso parte alla «inaugurazione del viale monumentale d'accesso all'OSSARIO DEI CADUTI PARTIGIANI» a Forno di Coazze, iniziativa della «COMUNITÀ MONTANA VAL SANGONE» alla quale ha partecipato il Ministro della Difesa on. ZANONE. Nonostante una pioggia torrenziale, la pre-senza e la resistenza alle intemperie dei «non più giovani» è stata notevole. In una serata di maggio la popolazione di Sangano è stata destata dal torpore televisivo dalle note musicali di una FANFARA ALPINA che, percorrendo le vie del paese, aggregava al suo seguito appassionati e curiosi.
Questo fatto coincideva con il RADUNO NAZIONALE DEGLI ALPINI svoltosi a TORINO il 15 maggio e che ha dilagato anche nei paesi limitrofi.
In un'alba di luglio due torpedoni stazionavano sulla Pinerolo-Susa in prossimità del semaforo in attesa del loro carico. Si partiva: ALPINI, AMICI, E BANDA MUSICALE COMUNALE diretti in quel di Cumiana dove si è partecipato ad una commemorazione montana.
CERVINIA ha potuto apprezzare, e ci è stato dimostrato, la bravura della Banda Musicale che ha volontariamente e con la massima disponibilità rallegrato la nostra giornata.
La ricorrenza del 4 novembre i nostri ex combattenti si sono trovati puntuali come ogni anno per la loro celebrazione più significativa, che accomuna i combattenti di tutte le armi.
Non dimentichi dei loro compagni morti in guerra e grazie all'interessamento dell'Amministrazione Comunale, la manifestazione si è svolta sulla piazza e al Parco della Rimembranza, con deposizione di corone d'alloro alle lapidi e inni della Banda Musicale.
Con la partecipazione del Sindaco ALDO MARITANO, del Gruppo Alpini, Partigiani e popolazione si è reso un giusto onore a chi ha perso la vita per la propria Patria. Dopo queste, che sono state le presenze ufficiali delle Nostre Associazioni, Sangano ha potuto rivedere le facce dei nostri associati anche in occasioni di feste locali quali il carnevale, la rosticciata di primavera e altre. Persone volenterose con il lavoro e la disponibilità hanno contribuito alla buona riuscita di quelle iniziative proposte dalla PRO-LOCO, alle quali, le nostre associazioni hanno sempre aderito.

IL PRESIDENTE ASSOCIAZIONE ALPINI Gino Gianni

Commemorazione Comandante partigiano Fausto Gavazzeni

Momenti di intensa commozione si sono provati quando il 24 SETTEMBRE nel vecchio Cimitero veniva simbolicamente tumulata la salma del Comandante Partigiano S.te Fausto GAVAZZENI (ROSSI) e il Partigiano Piero Sclarandi chiamava per nome tutti i suoi compagni partigiani deceduti e diceva «Finalmente il Comandante è tornato con voi». Questo fatto si svolgeva a conclusione di una impegnativa e proficua collaborazione tra il gruppo Partigiani di Sangano e un gruppo di alunni della Scuola B. PASCAL di Giaveno.
Questi alunni autori di una ricerca di studio sulla Resistenza nel loro viaggio a Mathausen hanno recuperato sul posto «della terra» che, raccolta in un'urna dai PARTIGIANI di Sangano, ha potuto coronare il desiderio dei nostri partigiani sopravvissuti. In questa circostanza hanno partecipato i Comandanti della FORMAZIONE AUTONOMA VAL CHISONE E DELLA COMUNITÀ MONTANA.
Piero SCLARANDI

Borgata Prese inaugurazione del forno 17 luglio 1988

Quest'anno la «Festa della Borgata Prese» giunta al suo 4° anno è stata caratterizzata dalla inaugurazione del «FORNO». Il vecchio forno che risale al 1698, data incisa su una pietra con le iniziali P.MR. probabilmente di Pietro MARONE, abitante della borgata, che era servito per la cottura del pane a tutte le famiglie ivi residenti, era ormai da molto tempo in disuso. Grazie all'interessamento di alcune persone ora il forno è stato ristrutturato e reso funzionante.
Le spese sono state sostenute con il ricavato delle feste precedenti.
Nel pomeriggio partendo da «Case Andruetto» il Sindaco e il parroco seguiti dalla Banda e dai presenti, hanno dato inizio alla cerimonia di inaugurazione. Giunti a «Case Marone», il gruppo si è riunito davanti al FORNO che per l'occasione era stato munito di nastro tricolore. Don Angelo ha impartito la Benedizione dopo di che il Sindaco ultimato un breve discorso ha invitato la sig.ra ANDRUETTO Esterina a tagliare il nastro. Il tutto si è concluso con un piccolo rinfresco offerto dal Comitato promotore.

Il comitato organizzatore

Notizie dall’Oratorio

estate ragazzi Molaretto di Venaus estate 1988

Ripensando a luoghi e o ambienti conosciuti, inconsapevolmente il nostro pensiero vi unisce una particolare emozione o sensazione provatavi. Ripensando ora all'Oratorio per descrivere le attività dell'anno trascorso, vi associo una immagine di giovanile freschezza e nella mia mente si affacciano i volti sorridenti ed aperti di molte ragazze e ragazzi che, assiduamente, si sono ritrovati all'Oratorio in amicizia ed allegria e con responsabile generosità hanno lavorato cercando di rendersi utili alla Comunità. Questa è stata la più bella e piacevole novità dell'anno; i giovani hanno capito di poter fare qualche cosa per gli altri e con slancio e serietà hanno messo a disposizione la loro opera. Infatti, accanto alle consuete attività, in estate, donando un poco del loro tempo, sono intervenuti come animatori volontari all'«Estate Ragazzi». Proprio grazie alla loro generosità è stato possibile anche quest'anno dare corso all'iniziativa che, per motivi burocratici legati alle nuove leggi di finanziamento degli Enti locali, l'Amministrazione Comunale non avrebbe potuto organizzare come ha fatto negli anni passati.
Vista la disponibilità di un buon numero di giovani e di alcuni adulti, si è pensato ad un accordo Comune-Parrocchia per organizzare durante le vacanze estive quindici giorni di intrattenimento per i ragazzi delle elementari.
Allo scopo è stata stipulata una apposita convenzione tra i due enti. In base all'accordo l'Amministrazione Comunale ha garantito un contributo economico all'attività «Estate Ragazzi» mentre la Parrocchia si è impegnata a gestire per intero l'iniziativa, prevedendo inoltre di suddividere il periodo in due fasi. Una a Sangano e una in montagna a Molaretto di Venaus. «È stato bellissimo, il prossimo anno lo organizzerete di nuovo, vero?» ...Questo è stato il lusinghiero commento raccolto a caldo tra i piccoli partecipanti che, durante le due settimane, sono stati entusiasmati da animatori consapevoli del loro lavoro. Tra i genitori e gli stessi organizzatori era sorto qualche dubbio circa la buona riuscita del periodo montano a causa della giovane età dei partecipanti e perché per molti di loro sarebbe stata la prima vacanza trascorsa lontano dalla famiglia.

Estate Ragazzi. Luglio 1988

Contrariamente a quanto temuto per nessuno, neppure per i più piccolini, vi è stata la benché minima nostalgia di casa. Sempre attratti da molti giochi ed iniziative si sono divertiti e nemmeno una lacrimuccia è stata versata alla sera ripensando alla mamma. Certamente le attività oratoriane non si sono esaurite con la sola «Estate Ragazzi», ma questa è stata piuttosto un punto di arrivo per coloro che già da alcuni anni partecipano alla vita dell'Oratorio ed avevano frequentato in diverse occasioni dei corsi specialistici per animatori. Infatti, come penso che tutti ormai sappiate, il nostro lavoro per la gioventù di Sangano si svolge durante tutto l'anno. In particolare durante il periodo scolastico, i locali sono aperti ai ragazzi il sabato pomeriggio per i giochi e il pomeriggio e la sera degli altri giorni della settimana, quando si ritrovano i vari gruppi per giocare, discutere o svolgere altre attività sotto la guida degli animatori. Inoltre durante il periodo di vacanze natalizie, pasquali ed estive abbiamo organizzato ritiri e campi-scuola. Ricordo quelli di Alassio, di Gressoney e di Col di Nava. Quest'ultimo ha avuto una massiccia partecipazione, superiore ad ogni attesa, tanto da mettere a dura prova la nostra organizzazione, considerato che il campo era autogestito ed in cucina vi erano alcuni genitori di buona volontà che avevano pensato di trascorrere in questo modo parte delle loro ferie.
Penso di aver dato in breve un quadro abbastanza completo delle nostre attività. Vorrei però precisare una cosa. Noi all'Oratorio sotto la guida di Don Angelo, ed aiutati da Claudio, il chierico di Cumiana, lavoriamo per i giovani di Sangano dando loro un luogo dove ritrovarsi e, in collaborazione con le famiglie, cercando di fare crescere la personalità che è in ciascuno di loro. Per questo cerchiamo di presentare ai nostri giovani validi ideali di vita che, se accettati, consentiranno loro di crescere anche moralmente ed affrontare la vita con i suoi gravi pericoli che oggi insidiano la gioventù. Come avrete capito da quanto ho scritto sin qui, nell'Oratorio lavorano principalmente dei sanganesi che dedicano un poco del loro tempo libero a questo scopo. Vorrei cogliere l'occasione per invitare tutti i genitori a partecipare a questa attività che, a mio avviso, sta giocando un ruolo fondamentale per l'avvenire dei nostri figli.

Un animatore

Banda Musicale:

due sole parole che vogliono dire tanto. In esse sono racchiuse le ansie, le speranze, le prime delusioni, ma anche la volontà, il desiderio di riuscire, l'im-pegno e la determinazione di coloro che otto anni fa si avvicinarono per la prima volta alla musica dalla parte degli addetti ai lavori. La musica, si sa, fa parte di ognuno di noi fin dai primi giorni dell'esistenza: è la voce di chi ci vuol bene, le risa e i richiami dei compagni di gioco, il canto degli uccelli, le mille voci della natura, che esistono e riescono a farsi sentire anche in questo nostro mondo dominato spesso dalla confusione. E allora, a un certo punto, in qualcuno, nasce il desiderio di saperne di più, di imparare, di «fare» la musica. Fu così appunto che otto anni fa a Sangano, divampò irresistibile in noi il desiderio di abbracciare note e pentagramma con la ferma convinzione di diventare subito tutti dei Paganini. Mamma mia! come ci si accorge in fretta che ci voleva «CALMA»! Ci vollero due anni per fondare la Banda Musicale e, ciò nonostante, nel presentarci la prima volta al pubblico ci tremavano le ginocchia e fu certamente l'applauso e l'incitamento dei nostri pazienti Amici a darci il coraggio di continuare. Ora siamo cresciuti e, mentre i «bimbi» sono diventati «grandi» per noi adulti pare che il tempo si sia fermato. Vuoi vedere che appartenere alla Banda sia, piacevole sorpresa, un «elisir di lunga vita»?
Poi non mancano certo tante soddisfazioni quando, suonando nel nostro paese, ci sentiamo circondati da Voi Amici.
Due sole parole «BANDA MUSICALE» possono essere una vita!
Il nostro organico 1989:
maestro di teoria e applicazione:Sig. Angelo Andreone
maestro di prove di banda:Sig. Giuseppe Ravetto
Presidente: Sig. Giacomo Di Martino
Madrina: Sig.ra Marinella Cortese
il Direttivo:
Alessandro Barcellona, Elisabetta Barcellona, Francesco Cortese, Ezio Fregnan, Pier Luigi Maggiora, Danilo Menini, Dori Tuninetti.
ed infine, Lei, La BANDA:
Due flauti, due quartini, 13 clarinetti, 7 trombe, 2 sax soprano, 6 sax contralto, 3 sax tenore, 4 tromboni, 2 corni, 1 bombardino, 12 bassi, 1 batteria, 1 cassa, 1 piatti, 2 tamburini, 8 allievi per un totale di 57 intrepidi suonatori.

per La Banda Musicale IL PRESIDENTE Giacomo Di Martino

Santa Cecilia 1987

Gruppo Podistico A.T.P. Sangano

Società podistica in continua evoluzione e progressione; infatti nell'anno 1988 vi è stato un incremento di nuovi tesserati raggiungendo 70 atleti.
Da società timida all'epoca della sua formazione «sette anni fa» anno dopo anno solidifica sempre più l'idea di praticare dello sport sano e impegnare in special modo questi giovani, per non dar loro possibilità di cattivi pensieri, come quelle notizie che in questi giorni infestano e occupano le testate dei quotidiani.
Società «sorprendente» «definizione dei giornali sportivi», continua a soddisfare e meravigliare l'opinione pubblica sportiva, con l'organizzazione della «1a Maratonina d'Autunno» dove ha visto partecipare oltre 850 atleti, appagando le aspettative di quelli che conoscono la nostra società. Tutto ciò è stato possibile per la sempre disponibilità e collaborazione dell'amministrazione comunale di Sangano, della Pro Loco e tutti coloro che volontariamente hanno contribuito.
Anche A.T.P. «Articoli Trasmissione Potenza» quali nostri sponsor ci stanno dando in questi anni tale possibilità, e non in contropartita per fare solamente della pubblicità, ma perché nei cuori di questi Manager vi è una passione sportiva e che senza questo nobile sentimento diverse promozioni ces-serebbero di esistere.
IL PRESIDENTE Enzio Ostellino

Gruppo Podistico

U.S. Sangano

Anche quest'anno amici Sanganesi la squadra di calcio che partecipa al campionato U.I.S.P. dilettanti sotto il nome di U.S. Sangano continua la sua attività. Questa squadra voluta e fondata nel 1984 in memoria di quel caro amico e sportivo SERGIO ANDRUETTO in questi pochi anni di vita ha cercato e cerca tuttora più che i risultati di fare parlare e divertire il pubblico che abitualmente alla domenica mattina viene a vedere con simpatia quel gruppo di simpatici vecchietti e «non» che corrono e danno l'anima sul rettangolo di giuoco. La prerogativa principale di questa squadra è di fare giocare quei ragazzi di Sangano che per età, tempo o per non eccelsa tecnica e capacità non hanno spazio nelle altre squadre più qualificate. In verità, alcuni giocatori possiedono quelle capacità ma probabilmente l'affiatamento e l'amicizia che regna in questa squadra è più forte di qualsiasi altra offerta.
L'autofinanziamento (ogni dirigente e giocatore partecipa di tasca propria alle spese) e le offerte di alcuni amici sportivi di Sangano permettono una tranquilla, anche se modesta, base economica. La squadra al termine del girone di andata si trova nelle primissime posizioni della classifica e mantenere anche per il girone di ritorno la stessa posizione vorrebbe dire poter partecipare ad un ulteriore girone di qualificazione, da cui usciranno tre squadre che parteciperanno il prossimo anno al campionato di Eccellenza. La squadra è guidata in maniera oculata e appassionata dai suoi Dirigenti con la conduzione tecnica affidata a quel conosciutissimo personaggio che è Contini Salvatore coadiuvato da Bonicatto Luciano (anche lui ben conosciuto nell'ambiente sportivo di Sangano).

IL PRESIDENTE dell'U.S. Sangano Bruno Carlo

Stato civile 1988: nati 6 maschi e 15 femmine tot. 21 - decessi 17 - matrimoni 25

www— 1989 n. XVI —www

“Memorial Boccaccino Renzo”

Domenica 21 maggio 1989 si è svolto il «l° Memorial Boccacino Renzo», a commemorazione della scomparsa dell'Assessore Comunale all'Ecologia, Commercio, Agricoltura avvenuta il 22/5/1988.
L'Amministrazione comunale ha voluto promuovere questo l° Memorial, per ricordare l'amministratore ma soprattutto l'amico ed il suo impegno per il bene comune, profuso con fermezza e costanza. In collaborazione con la Scuola elementare, La Scuola Media e la Pro Loco è stato scelto il tema dell'ecologia ed in particolare dell'acqua: elemento così prezioso ed indispensabile per la vita ma al tempo stesso così vulnerabile, ed è stata indetta una giornata ecologica.
Su questo tema gli allievi già sensibili alla tutela dell'ambiente hanno svolto un lodevole lavoro di ricerca e di documentazione sostenuti dagli insegnanti che hanno dedicato molto tempo per giungere all'allestimento di una splendida mostra intitolata «Chiare, fresche, dolci acque». Tra gli argomenti analizzati il ciclo dell'acqua, nonché uno studio sui pozzi e sull'acquedotto.
A questo proposito, grazie alla disponibilità dell'lng. Merlo, direttore dell'Azienda Acquedotto Municipale, è stato possibile soddisfare il desiderio espresso da molti cittadini di Sangano, di visitare i pozzi dell'acquedotto Municipale, vero capolavoro dell'arte e della tecnica.
Tutto il prezioso lavoro svolto dai ragazzi e il significato dell'intera manifestazione è stato sintetizzato in un quadro disegnato dall'artista Carlo Pognante, nel quale è rappresentata una cascata, circondata dall'arcobaleno che offre una splendida sensazione di immensità, tanto è vero che essa è stata intitolata «L'acqua goccia dopo goccia fino a divenire oceano».
Con questo quadro sono state riprodotte delle litografie consegnate a tutti gli alunni delle scuole.
Inoltre, poiché tutti sono stati meritevoli, non è sembrato opportuno stilare una classifica, bensì concedere ad entrambe le scuole un contributo per acquisto di sussidi scolastici, quale riconoscimento per il lavoro svolto. La giornata, ha visto inoltre la gradita esibizione del «Coro La Montagna» di Orbassano, diretto da Don Martinacci. La partecipazione di tante persone al 1° Memorial, da un lato è stata la dimostrazione più evidente dell'interesse e della sensibilità nei confronti dell'ambiente e delle sue problematiche attuali, e dall'altro è stato un sincero e doveroso tributo al caro Renzo.

Società Bocciofila

Anche quest'anno la stagione agonistica del nostro Gruppo è giunta al termine. Durante questo ultimo anno, il consiglio direttivo ha avuto modo di constatare con piena soddisfazione, la crescente partecipazione dei soci all'attività sportiva ed anche un sensibile incremento del numero degli stessi, dovuto maggiormente alle molte adesioni femminili.
In occasione della festa patronale e di ogni altra manifestazione, si è riscontrata, inoltre, una massiccia partecipazione di giocatori non residenti nel nostro Comune, che hanno stimolato lo spirito di competizione ed hanno contribuito a rendere più interessanti le varie gare, come quelle svolte nei gironi serali, attentamente seguite dai numerosi spettatori.
Durante i mesi di luglio ed agosto, abbiamo, visto, sui quattro campi a disposizione anche i giovani, che per la prima volta si sono cimentati con il gioco delle bocce. Con grande piacere abbiamo assistito alla formazione di coppie di giovani e adulti, questi ultimi hanno fatto da istruttori ai primi,
dando vita a simpatiche gare all'insegna del divertimento e dell'allegria. L'interesse dimostrato dai ragazzi, per i quali, il gioco delle bocce è completamente nuovo, e la soddisfazione crescente di tutti i partecipanti, ci stimolano a proseguire nel migliorare la nostra attività che porta lustro al nostro paese nell'ambito della Comunità Montana Val Sangone. Pertanto, per la prossima stagione, rivolgiamo a tutti, l'invito di aderire all'attività della nostra società, ricordando che il gioco delle bocce può anche essere un modo per mantenere la propria efficienza fisica. In ultimo vorremmo segnalare che la Società Bocciofila si è iscritta alla U.B.I. e, pertanto, alcuni nostri giocatori parteciperanno alle gare programmate dall'Ente Bocciofila.
Ringraziamo l'Amministrazione Comunale e la Pro Loco per la loro disponibilità.

IL PRESIDENTE Drocco Luciano

Il Presidente e il Vice Presidente con i vincitori delle Gare Bocciofile

Associazione Nazionale Alpini
Gruppo Sangano

Con la fine del 1989 la nostra Associazione in Sangano ha compiuto i suoi otto anni di fondazione.
Anche quest'anno non è mancata da parte dei Soci l'adesione agli impegni associativi: sezionali, nazionali e a quelli locali promossi dalla Pro-Loco. Il tutto anche rafforzato dal fatto di essere stati onorati con una «Targa di riconoscimento del nostro impegno» dataci dalla Amministrazione Comunale. Il numero sempre maggiore di adesioni alle nostre iniziative locali: polenta a Carnevale - fragolata alpina a giugno - bagna cauda a novembre, ci sprona a mantenerne l'impegno e a rafforzarne la nostra organizzazione.
La gita annuale del Gruppo a Cervinia il 2 luglio, anche quest'anno ha visto l'adesione della Banda Musicale Comunale di Sangano e la partecipazione di amici e sostenitori. Un plauso al nostro «settore cucina» che ha dimostrato come si può operare una perfetta cottura di spaghetti a quota mt. 2000 molto apprezzata da tutti i partecipanti accampati all'ombra del Cervino. Il Raduno Nazionale Alpino il 15 maggio a Pescara ha annoverato la nostra partecipazione con una base logistica: tenda, camion, cucina, posti letto, il tutto attrezzato e ben organizzato, grazie anche a dei «non alpini» i quali comunque sempre ci aiutano, non dimenticando «le Signore», al fine della buona riuscita delle nostre iniziative. Accomunati ai nostri soci ex combattenti e alla «Associazione Nazionale ex Combattenti», con la partecipazione del Sindaco Aldo Maritano, si è commemorata la ricorrenza del 4 Novembre.
Ogni anno che passa l'organico associativo annovera sì dei nuovi soci iscritti, ma purtroppo cancella inesorabilmente anche nomi di compagni e amici che più non troveremo sui «cantùn». È la vita. «Tasi e tira»

CAPO GRUPPO ALPINI DI SANGANO Gianni Gino

Il Gruppo Alpini durante la gita annuale a Cervinia

Università della Terza età

Su proposta di un gruppo di cittadini particolarmente sensibili ai problemi legati alla crescita culturale e sociale della nostra comunità, nel mese di gennaio è stata istituita a Sangano una sezione dell'Università della Terza Età, collegata all'Associazione Nazionale Università della Terza Età.
Tale istituzione si pone come finalità non solo di trasmettere contenuti culturali più o meno specialistici, ma soprattutto di stimolare la partecipazione degli iscritti per un confronto ed una sintesi tra le culture e le esperienze di vita delle varie generazioni in uno scambio ed arricchimento reciproci.
In una società che tende ad imporre barriere tra le generazioni, soprattutto per chi è uscito dall'area produttiva, l'Università della Terza Età offre un'occasione di incontro e di confronto, nonché la possibilità di avvicinare le età e le esperienze, stimolando la capacità di discutere, di ragionare, di conoscere, per una migliore comprensione della società in cui siamo inseriti. Nelle Università della Terza Età i docenti e gli organizzatori prestano la loro opera volontariamente e gratuitamente, ma i veri protagonisti sono gli iscritti che, attingendo al proprio bagaglio di esperienze, memoria, creatività, concorrono a quello scambio di umanità che consente di «arricchire la propria vita con la vita degli altri». Per iscriversi all'Università della Terza Età non sono richiesti titoli di studio, ma è sufficiente aver compiuto trent'anni ed ogni iscritto è libero di frequentare qualsiasi corso.
Nel primo anno di vita dell'Unitre di Sangano, dopo un sondaggio di opinioni condotto presso il Centro Anziani, sono stati attivati corsi di medicina, letteratura italiana, botanica, erboristeria, storia delle religioni e storia locale, per un totale di trentacinque incontri di due ore ciascuno. Gli iscritti (cinquantotto persone, alcune delle quali provenienti da Trana, da Bruino e da Piossasco) hanno frequentato assiduamente, partecipando con ammirevole attenzione, disponibilità e sono intervenuti vivacemente nei dibattiti offrendo generosi contributi di conoscenza, esperienza ed umanità. È stata inoltre effettuta una visita guidata al Museo di Scienze Naturali di Pinerolo, che ha contato numerosi partecipanti. Per il nuovo anno accademico, confortati dal successo delle iniziative e dopo un sondaggio tra i corsisti, si è deciso di ampliare il ventaglio delle discipline, rispettando le preferenze espresse dai protagonisti. I corsi di quest'anno riguardano pertanto: medicina, letteratura italiana, lingua e letteratura piemontese, giardinaggio e frutticoltura, erboristeria, psicologia, storia delle religioni.
È inoltre stato attivato un laboratorio di pittura soprasmalto su ceramica e porcellana. Convinti che la cultura possa essere un valido antidoto all'isolamento ed alla noia, e che l'Università della Terza Età si possa porre come occasione di incontro e di crescita culturale e come trampolino per nuovi interessi, confidiamo nella collaborazione di tutti i cittadini per contributi, suggerimenti, critiche, che ci consentano di operare più incisivamente e di migliorare il servizio. Infine, la doverosa consuetudine dei ringraziamenti: ringraziamo innanzitutto i protagonisti per la loro generosa partecipazione, il sindaco e l'intera amministrazione comunale per il sostegno offerto e per la disponibilità manifestata verso le attività dell'Unitre, i docenti per l'impegno profuso e la sensibilità dimostrata, l'insostituibile segretaria Sig.ra Elidia Gaviore per la sua costante dedizione.

PER IL COMITATO ORGANIZZATORE Mirella Guelfo

21 gennaio 1989 - L'inaugurazione della università della Terza Età

La vita dell’Oratorio

Se il sabato pomeriggio vi succede di transitare per la piazza della Chiesa ed udire un gran vociare provenire dal vicino Campetto di calcio, non allarmatevi; senz'altro all'Oratorio è in corso una vivace partita di pallone.
Se poi vi soffermate a guardare dal portoncino d'ingresso, vedrete due strepitanti squadre che, correndo a perdifiato, si contendono uno sfuggente pallone. Il tutto si svolge sotto lo sguardo vigile di un «arbitro» che ormai senza fiato e privo di voce per potersi far sentire usa addirittura il megafono.
Questo è un breve scorcio di vita oratoriana del sabato pomeriggio quando si ritrovano molti ragazzi per giocare a pallavolo, pallacanestro, calcio, e ad altri giochi organizzati da un volenteroso ed efficiente gruppo di giovani animatori.
Nel periodo scolastico l'attività prosegue anche durante la settimana quando, nei vari gruppi, si ritrovano ragazzi e ragazze che ripensano insieme ai problemi particolarmente sentiti nell'età giovanile. La vita dell'Oratorio è inoltre cadenzata da alcuni impegni che sono ormai entrati nella nostra tradizione. La vacanza invernale a Gressoney, alcuni ritiri e l'ormai «famoso» campo-scuola del Col di Nava.
Inoltre anche quest'anno, grazie all'aiuto economico dell'Amministrazione Comunale, abbiamo ripetuto le belle esperienze dell'Estate Ragazzi.
Grazie a questa iniziativa una quarantina di ragazzi e ragazze hanno avuto la possibilità di trascorrere a Molaretto di Venaus un periodo di svago e divertimento a contatto con la natura.
Nel mese di agosto poi, per la prima volta, abbiamo avuto la possibilità di proporre, per i più grandi, un periodo di vacanze assolate ad Alassio.
Ecco il consuntivo dell'attività oratoriana, che abbiamo avuto modo di esporvi, cogliendo l'occasione offertaci dal Notiziario Sanganese nell'ormai consueto appuntamento annuale.

Gli animatori dell’Oratorio

Borgo San Rocco

16 agosto 1989... il borgo S. Rocco si mobilitali!

Capita di rado, ma quando capita siamo in tanti, con semplicità, armonia e amicizia. Questo è ciò che ci piace salvaguardare del nostro borgo.
È una tradizione sorta da pochi anni, quasi casualmente, con una cenetta tra alcune famiglie. La cosa è piaciuta, siamo stati bene insieme e così ci siamo organizzati sempre meglio e siamo sempre di più, pur rimanendo una festa «alla buona» senza alcuna pretesa: solo quella di trascorrere la giornata del Santo Patrono del borgo in allegria con qualche gioco per i più piccini e magari una partita alle bocce per i più «grandi».
Vuol essere un'occasione per tenere vive le tradizioni del vecchio borgo, dove la gente è ancora unita, dove si trova sull'angolo della vecchia Via Quaretta a trascorrere le calde sere d'estate.
Questo è il nostro orgoglio e speriamo non venga mai meno.
In particolare quest'anno abbiamo provveduto anche a festeggiare, con un particolare pensiero del nostro Parroco Don Angelo, il più anziano sostenitore Lanzetto Emilio e la più giovane sostenitrice Andruetto Claudia della Festa di San Rocco, Santo a cui è dedicata la nostra piccola cappella che cerchiamo, nel limite del possibile, di salvaguardare dal degrado del tempo.
Ed è proprio in occasione del restauro annuale che abbiamo scoperto il vecchio affresco sulla parete dietro l'altare. Molti di noi sapevano della sua esistenza, altri l'avevano scordato, ma è stata per tutti una felice esperienza poter donare nuovamente a San Rocco un vecchio affresco a lui dedicato.

GLI AMICI DEL BORGO

Don Angelo premia il più anziano sostenitore della festa di San Rocco

Stato civile 1989: nati 9 maschi e 7 femmine tot. 16 - decessi 17 - matrimoni 25

www— 1990 n. XVII —www

Scuola Materna Valfredo

Il Consiglio d'Amministrazione dell'Asilo Infantile «VALFREDO» ha deliberato il passaggio della scuola stessa al Comune; questa la novità che ha caratterizzato l'apertura dell'anno scolastico 1990/91. Le motivazioni che hanno condotto il Consiglio d'Amministrazione dell'Ente Asilo a prendere questa delicata decisione sono di ordine economico e gestionale. La conduzione della scuola materna affidata, fino al precedente anno scolastico, alle suore, ha cominciato a risentire in maniera evidente di problemi non più rinviabili, quali: l'esiguo numero delle suore comandate all'Asilo, contrapposto alle sempre più numerose richieste di utenza del servizio; la non più verde età delle suore stesse che le costringeva ad un notevole impegno e sacrificio di se stesse per coprire la quantità di lavoro derivante; non ultimo per importanza il disagio economico che non consentiva più una gestione tranquilla della scuola, non essendo più sufficiente a coprire le spese l'esclusivo apporto dato dalle rette di utenza e dai contributi comunali.
Tale situazione, riconosciuta con apposita deliberazione del Consiglio d'Amministrazione, è stata ribaltata con la cessione di tutte le attività gestionali dell'Ente compreso ogni tipo di spesa e delle attrezzature esistenti al Comune.
Così, a decorrere dal settembre 1990 l'Asilo Valfredo ha visto per la prima volta la presenza di n° 2 maestre, regolarmente nominate dal Provveditorato agli Studi di Torino, che impartiscono i loro insegnamenti ad una classe ordinata e contenta di scolaretti. Sono già numerose le richieste per l'iscrizione al prossimo anno scolastico e si prevede, se verrà autorizzata, l'apertura di una 2a sezione.
Ai reverendi parroci ed a tutti i componenti del Consiglio d'Amministrazione che per tanti anni si sono succeduti nella gestione dell'Asilo, un doveroso riconoscimento di dedizione ad un servizio reso in favore della Comunità di Sangano, va tributato da parte dell'Amministrazione Comunale, la quale si unisce a quanti oggi adulti, hanno beneficiato dell'amorevole opera educatrice svolta negli anni addietro, per rivolgere un deferente ringraziamento alle pazienti suore dell'Asilo Valfredo che hanno sapientemente aiutato tanti a muovere i primi passi sulla difficile strada della vita.

Oratorio perchè

Certamente le possibilità di divertimento e di svago non mancano oggi a tutti noi ed in particolare ai nostri figli. Si può dire che tutti abbiano a disposizione televisione con trasmissioni continue, videoregistratore, impianto HF, computer con videogiochi e quante altre possibilità di divertimento che ora non è il caso di elencare.
Inoltre, se appena ci assale la minima necessità di uno svago diverso, pronta-mente organizziamo una gita o un fine settimana al mare o ai monti, dove possiamo godere di aria pura ed un panorama diverso. Il risultato di tutto questo però, non ci soddisfa e la nostra stessa insoddisfazione la vediamo nei nostri figli che non si accontentano di quanto proponiamo loro, ma vanno continuamente alla ricerca di qualche cosa di più e di diverso.
Forse la proposta di vita che noi facciamo non è completa, forse la vita non è solo un insieme continuo di momenti di lavoro in cui si produce e momenti di divertimento durante i quali si consuma. Il nostro senso di insoddisfazione dovrebbe farci riflettere maggiormente circa le idee fondamentali che abbiamo posto alla base della nostra vita ed aiutarci a capire di più i nostri ragazzi.
Essi sono giovani e sentono fortissima la contraddizione delle nostre proposte che sovente possiamo condensare nel messaggio che la pubblicità martellante ogni giorno ci insegna: «si vale in base a quanto si possiede e si consuma». Chiaramente si dimentica che in realtà si vale per quello che si è come persona. Nell'intento di presentare ai giovani un ideale di vita diverso e far vivere un impe-gno del tempo libero meno consumista e più vicino a principi di condivisione, donazione ed altruismo che alcune volte sembrano un po' dimenticati nella vita di tutti i giorni, da parecchi anni opera a Sangano l'Oratorio. In esso i ragazzi hanno la possibilità di incontrarsi tra loro e possono verificare ideali di vita vissuta proposti da altri giovani o animatori adulti che dedicano il loro tempo libero a questa attività. In ogni occasione si cerca di trasmettere ai ragazzi gioia di vivere, allegria e consapevolezza dell'importanza della loro vita, unica ed irripetibile. Con questo spirito prosegue anche quest'anno l'attività e, a quanti hanno a cuore il futuro dei figli, diciamo che all'Oratorio c'è posto per tutte le persone di buona volontà, che hanno voglia di impegnarsi concretamente per risolvere un problema del nostro tempo.
Sono previsti inoltre ritiri, fine-settimana, estate ragazzi e campi scuola.

GLI ANIMATORI

Campo scuola a Col di Nava 1990

Gruppo Alpini e Associazione ex Combattenti

Intervistatore: Buon giorno, signora. Lei è di Sangano?
Signora: Sì, sono di Sangano. Che cosa vuole?
Int.: Volevo farle una domanda. Lei partecipa alle manifestazioni che si svolgono in Sangano?
Sig.: Sì, se mi è possibile.
Int.: Lei conosce gli Alpini di Sangano. L'Associazione Alpini ed ex Combattenti?
Sig.: Ah... sì. Ho mangiato la polenta a Carnevale, ho partecipato alla fragolata di Giugno, alla «bagna caòda» a Dicembre...
Dimenticavo, ho visto delle penne nere anche per la rosticciata della Festa della Primavera.
Int.: Signora, ma lei conosce gli Alpini solo per le mangiate!
Sig.: Beh, no. Sono stata anche a Cervinia e la manifestazione a cui ho partecipato mi ha colpito per la grande presenza di altri Alpini, per la generale affabilità e facilità di comunicazione che si riscontra.
Int.: Quindi, signora, non solo pranzi, ma anche qualcos'altro...
Sig.: Sì. Pensandoci bene, vedo e sento «uno spirito di corpo». Ma, scusi, lei è un alpino?
Int.: Sì, sono un alpino.
Sig.: Allora, mi spieghi: avete una sede nel centro sociale in piazza della Chiesa?
Int.: Sì, signora. Noi e l'Associazione ex Combattenti.
Sig.: E cosa fate al venerdì sera? Mi è capitato di passare e di sentire discussioni molto animate.
Int.: Facciamo le nostre riunioni.
Sig.: Di quali argomenti discutete?
Int.: Vede, signora, noi discutiamo per organizzare le iniziative a cui lei prima mi ha detto di aver partecipato e altre prettamente alpine, come quella di Cervinia o il Raduno Nazionale degli Alpini o la manifestazione che faremo nel 1991 in occasione del 10° anno di fondazione del nostro gruppo.
Sig.: Dove la farete?
Int.: In Sangano.
Sig.: Possono partecipare tutti?
Int.: Certo, signora. Noi ci auguriamo che siano tanti gli abitanti di Sangano a partecipare.
Sig.: Ne posso informare le mie amiche.
Int.: Lo dica alle sue amiche e anche ai suoi conoscenti.
Sig.: Ma, è come il 4 Novembre?
Int.: No, signora. Il 4 Novembre, come ha visto quest'anno, con la partecipazione delle Scuole Medie ed Elementari e della Banda Musicale, coinvolge prevalentemente l'Associazione Ex Combattenti. Lei, mi permetta, pur portando benissimo i suoi anni, ricorderà che i combattenti erano di tutte le armi. Noi, più giovani, partecipiamo per non dimenticare che i nostri padri, zii, nonni hanno tutti dato il loro contributo di gioventù.

CONCLUSIONE: L'intervistatore è diventato intervistato: incerti del «non» mestiere. L'importante è l'interessamento alpino o no?

CAPO GRUPPO ALPINI SANGANO (Gianni Gino)

Alpini ed ex Combattenti - ricorrenza 4 novembre

Tradizionale festa di San Rocco

Anche quest'anno il borgo S. Rocco non è mancato all'appuntamento annuale del 16 agosto, festa del Santo Patrono. Per qualcuno, forse, il 16 agosto, è solo una giornata un po' diversa dal solito: all'ombra dei gelsi di Villa Concezione si può giocare alle bocce, alle carte, si può sfidare l'albero della cuccagna, senza risentire troppo del caldo afoso stagionale, per concluderci con una cenetta all'aperto in compagnia di gente allegra, che tira in lungo la serata con canti e... magari... qualche brindisi di troppo.
Per altri, la maggior parte, è una festa semplice, nata dal nulla, ma che diviene ogni anno sempre più importante e significativa. Con essa si concretizzano gli sforzi di molti, affinché nel borgo vecchio sopravvive quel legame affettivo e di solidarietà che, purtroppo, nel mondo di oggi, troppo spesso si perde.
I nostri anziani cerchiamo, finché sarà possibile, di tenerli con noi, curandoli e accudendoli presso le loro case, magari con l'aiuto e l'intervento di qualche assistente sociale.
I nostri giovani hanno tanta voglia di stare insieme e la loro amicizia è serena e solidale.
I nostri defunti sono tutti nei nostri cuori e le preghiere e le Sante Messe che per essi rivolgiamo a San Rocco, sono guidate dal nostro Parroco, che ci segue sempre da vicino.
Purtroppo, gli spazi di cui disponiamo, per organizzare la nostra festa, non sono troppo estesi, ma a noi bastano. Anche se un po' allo stretto, la disponibilità di tante persone che ci fanno da contorno, ci invoglia a continuare. Dovremmo, infatti, compilare un lungo elenco per poter ringraziare tutti coloro che hanno collaborato, in qualsiasi modo, alla realizzazione di questa giornata.
Non manca mai neppure la «lotteria benefica»; per la quale si danno da fare i ragazzini e anche gli hobbisti del borgo; con i ricavati si sta mettendo da parte un gruzzoletto che servirà per restaurare meglio la Cappella di San Rocco e organizzare meglio la festa.
Quest'anno, durante la cena, è stata applaudita e festaggiata la Signora Senor Maria, donna più anziana del borgo.

GLI AMICI DEL BORGO

Pro-Loco

Due sono stati anche quest'anno i momenti di particolare impegno per i membri della PRO LOCO.
Il Carnevale, più semplice e più strettamente legato alla tradizione del Paese di quello dello scorso anno, ha avuto vasti ed apprezzabili consensi dalla Cittadinanza. 27 sono stati i gruppi mascherati e 6 i carri allegorici che hanno partecipato alla consueta sfilata ed al concorso che ha visto premi per tutti.
La famiglia del Budiné per la prima volta ha aperto il corteo mascherato non più sulla nota carrozza, ma sul carro « l'Antica Macelleria», addobbato appositamente dalla PRO LOCO per valorizzarne la figura storica. Con la loro squisita spontaneità e cordialità, le nuove maschere ufficiali hanno affascinato il pubblico che faceva ala al passaggio, creando un'immediata simpatia generale.
La festa di Primavera, svoltasi in una giornata di sole, ha richiamato la folla di sempre, attratta, come di consueto, dalle manifestazioni conclusive dei corsi e delle attività dei vari Gruppi (Pallavolo twirling, danza, podismo, ecc.) e dalle ormai risapute delizie culinarie degli alpini. Novità di quest'anno sono stati una rapida, ma interessante dimostrazione dell'arte marziale AIKIDO e il ballo liscio, non stop, del complesso «Dolce - Amaro» che ha in trattenuto piacevolmente fino a tarda sera i Sanganesi, per nulla affaticati da una giornata non sempre sostenuta da una adeguata soddisfazione morale, ed auguro al nuovo Presidente Bonino Marco al nuovo direttivo un biennio ricco di nuove iniziative che al di là della tradizione, riescono ad arricchire ed aggregare maggiormente il nostro Paese.

EX PRESIDENTE A. Barcellona

Twirling 10 anni di sport

Il Gruppo Sportivo Twirling Sangano sta per concludere il 10 decennio della sua attività e può considerarsi soddisfatto del lavoro svolto.
Nato quasi per gioco, dalla voglia di fare, di due ragazzine: Sandra Cresto e Claudia Fiore, ha trovato sempre maggior apprezzamento da parte di tutti i sanganesi. Di questo, come di molte altre cose, dobbiamo ringraziare il nostro Presidente Drocco Luciano che ci ha visto nascere, e che, anno dopo anno, con il suo impegno e aiuto ci ha stimolato a proseguire sulla strada intrapresa con sempre maggior entusiasmo. Oltre che dal nostro Presidente che da sempre siamo seguite dalla nostra insegnante Ivana Cravero, che ci ha conosciute barnbine e con gran passione e dedizione ci ha portato oggi ad essere l'unica Società della Val Sangone a gareggiare nella massima categoria nazionale. Tutto ciò non sarebbe stato possibile se non grazie al nostro Sindaco Aldo Maritano che, fin dalla nascita del nostro gruppo ci sostiene aiutandoci a risolvere i tanti problemi che ci assillano. Quest'anno, grazie ai brillanti risultati conseguiti negli anni scorsi, per la prima volta la nostra Società si presenterà in Prima Divisione con il Team Senior, giusto traguardo conquistato con sacrifici e duri allenamenti. La prima Divisione, per chi ancora non lo sapesse, è paragonabile alla serie A del calcio ed è l'obiettivo più ambito da ogni atleta che pratica questo sport, proprio da questa divisione avviene la selezione per partecipare alle gare internazionali (Campionati Mondiali).
Anche il Gruppo Senior che gareggerà invece in 2a Divisione ha buone possibilità, la speranza e la meta più ambita di questo gruppo è la partecipazione alla Coppa Europa, che quest'anno sarà ospitata dalla città di Torino.
Una nota di merito particolare va al Team Cadetti che, con nostra grande soddisfazione, lo scorso anno si è laureato vice campione regionale e nazionale in 3a Divisione, il prossimo Campionato lo vedrà impegnato nella categoria juniores, categoria alquanto più difficile e ardua. La nostra Società sarà presente anche nelle gare individuali con due nostre atlete alle quali vanno i nostri migliori auguri.

IL PRESIDENTE Drocco Luciano

Gruppo podistico A.T.P. Sangano

La manifestazione «Strasangano» e «Maratonina D'Autunno» 1990 è arrivata alla 3a edizione con circa 1.150 partecipanti affluiti da Torino e Provincia, per disputare la « Prova Unica di Campionato Provinciale Individuale di Maratonina». Nonostante l'uggiosa autunnale giornata, tutti gli atleti hanno sfidato il freddo della prima mattinata, portandosi al traguardo presso la «Pagoda» di Sangano, dove sono stati accolti con entusiasmo e simpatia da un folto pubblico.
Cogliamo l'occasione per ringraziare tutte le persone che hanno prestato la loro disponibilità in modo del tutto disinteressato, contribuendo all'ottima riuscita della manifestazione.
Il direttivo del G. P. ringrazia per la collaborazione offertaci dall'Amministrazione Comunale, dell'Assessore allo Sport, della Fidal Amatori, dai nostri sponsor ATP e da tutti gli altri soci sostenitori. Un cordiale arrivederci alla 4° edizione.

IL PRESIDENTE Ezio Ostellino

Dirigenti, tecnici ed atleti del G.P. - A.T.P. Sangano

Stato civile 1990: nati 16 maschi e 14 femmine tot. 30 - decessi 36- matrimoni 25

www— 1993 n. XVIII —www

L’asilo infantile Valfredo (IPAB) è diventato Scuola Materna Comunale

Dopo lungo e faticoso iter burocratico amministrativo la Giunta Regionale con atto n° 86-17448 del 03/08/1992 ha deliberato l'estinzione dell'IPAB "Asilo Infantile Valfredo", determinando l'obbligo per il Comune di continuare lo svolgimento delle medesime funzioni, di assorbirne i cespiti patrimoniali ed il personale nella propria Pianta Organica.
Consiglio Comunale con deliberazione n° 47 del 09/11/1992 ha fatto propri tutti gli adempimenti prescritti dall'organo regionale.
L'Asilo Infantile diventa guindi Scuola Materna a tutti gli effetti la cui proprietà e gestione è affidata al Comune.
Facciamo un passo indietro per ricordare brevemente come si è giunti al sospirato traguardo. Già a decorrere dall'anno scolastico 90/91 la Scuola Materna ha svolto la propria funzione con un'unica sezione, regolarmente autorizzata dal Provveditorato agli Studi di Torino, ma sotto la completa gestione dell'Amministrazione Comunale che, mediante apposita convenzione, ha finanziato totalmente il servizio sia per quanto attiene la mensa che per quanto attiene il personale delle bidelle. Le numerose richieste di iscrizione hanno rilevato la necessità di procedere all'apertura di una seconda sezione per il successivo anno scolastico 91/92.
Onde consentire tale apertura si sono dovuti eseguire alcuni lavori di ristrutturazione per attrezzare nuovi locali, svolti in economia durante i mesi estivi, dai cantonieri del Comune e da un folto gruppo di volontari del paese, tra i quali alcuni Consiglieri Comunali. Sono stati effettuati lavori di manutenzione dell'impianto elettrico, rifacimento della pavimentazione ormai obsoleta, ristrutturazione degli impianti idraulici e sanitari, per non parlare dei lavori in muratura e dell'adeguamento alle attuali norme di sicurezza (uscite esterne, porte antipanico, ecc.) per una spesa di circa Lire 30.000.000. Ultimati i lavori si è reso necessario l'acquisto di alcuni sussidi didattici: tavolini, sedioline, attaccapanni, brandine oltre a nuovi elettrodomestici in grado di sopperire alle necessità di una mensa per un numero doppio di bambini per una spesa di circa Lire 6.000.000. Il servizio mensa è svolto dalle 2 bidelle passate alle dipendenze del Comune.
L'Amministrazione Comunale desidera ringraziare in questa sede, tutti coloro che hanno contribuito al miglioramento della struttura della scuola e un ringraziamento particolare va rivolto all'ultimo Consiglio d'Amministrazione della disciolta IPAB, Asilo Infantile Valfredo, nonché a tutti gli altri Consigli d'Amministrazione che si sono succeduti nella gestione dell'Asilo negli anni precedenti all'assorbimento da parte del Comune. La cura e l'impegno profuso con disponibilità ed efficienza, nel curare tale gestione, ci ha consentito di assorbire una struttura funzionale ed efficiente, facilitando notevolmente in nostro compito di garantire una scuola piacevole ed attuale.

Donazione famiglia Bosco: un atto significativo per il Comune

Risulta particolarmente gradito poter dare notizia ai Sanganesi dell'acquisizione da parte del Comune del terreno adiacente alla Via delle Prese e del relativo rustico, di proprietà della famiglia Bosco, che per la posizione collinare e le caratteristiche strutturali si presta naturalmentea diversi fini ricreativi e culturali quali il campeggio estivo dei ragazzi in età scolare, come centro incontro per gli anziani e per le attività delle diverse associazioni operanti sul nostro territorio.
La realizzazione di un centro attrezzato, a fini didattico educativi, rappresenta un antico obiettivo che l'Amministrazione comunale, già negli anni addietro, si era posta ed in parte aveva realizzato, con il permesso dei proprietari, per I5 gg. l'anno, in periodo estivo durante i quali si svolgeva un campeggio diurno per i ragazzi delle scuole elementari.
Oggi l'antico desiderio è diventato realtà grazie al gentile intervento della famiglia Bosco, che ha voluto generosamente donare al Comune la proprietà del terreno in questione e del rustico annesso, che ristrutturato, consentirà la realizzazione del centro attrezzato utilizzabile anche come centro incontro estivo per anziani, per le attività delle associazioni culturali e ricreative e anche come sede di convegni.
Nel sottolineare l'importanza ed il significato di questa donazione, offerta con semplicità da chi ancora crede nell'affermazione di certi valori, vogliamo ringraziare con vivo compiacimento la famiglia Bosco, ed in particolare la Sig.ra Anita, che permetterà all'Amministrazione di fare ancora qualcosa di più per il paese e per i suoi abitanti.

Statistica sulla popolazione di Sangano 1993

Gruppo Alpini - Associazioe ex Combattenti
Anno 1991

Il 1991 non è stato privo di significativi appuntamenti per il Gruppo Alpini e l'Associazione Combattenti e Reduci.
Il 7 luglio numerosi ex combattenti hanno partecipato con la sezione A. N .A. al raduno annuale organizzato a Cervinia per celebrare le gesta del battaglione degli Alpini Monte Cervino e per ricordare tutti i caduti.
Il 15 settembre ha poi avuto luogo, in occasione del decimo anniversario della fondazione del Gruppo Alpini di Sangano, la intitolazione della sede (che è in comune con l'Associazione Combattenti) ad una prestigiosa figura di Alpino e combattente." il sottotenente Renato Sclarandi. La manifestazione si è aperta con una sfilata di alpini, ex combattenti e popolazione che, preceduta dalla Banda Musicale e da 24 gagliardetti, ha percorso le vie del paese facendo tappa nella piazza ed al Cimitero per la deposizione di corone d'alloro presso le lapidi dei Caduti. Ultimata la sfilata nella piazza della Chiesa, la manifestazione ha vissuto il suo momento culminante con lo scoprimento e la benedizione di una targa marmorea intestata al sottotenente Renato Sclarandi ucciso in un campo di concentramento nazista dopo essersi prodigato al di là di ogni limite per alleviare le sofferenze dei compagni di prigionia. Nella piazza della Chiesa, sul palco, il Capo Gruppo degli Alpini Gianni Gino ha ricordato brevemente la storia del Gruppo stesso, dalla sua fondazione ai giorni nostri, mentre la figura del Caduto è stata commemorata dal fratello Piero, ex Ufficiale Partigiano.
Un consigliere della sezione A. N.A. di Torino, Dino Fenoglio, ha recato alla cerimonia il saluto del Presidente Aw. Scagno e l'ex Sindaco di Giaveno Bruno Pallard, ufficiale degli Alpini e compagno, di prigionia di Renato Sclarandi, ha fornito una commovente testimonianza del periodo di prigionia e della tragica morte del Caduto. Ha concluso la serie degli interventi il Sindaco di Sangano Aldo Maritano che ha voluto sottolineare a tutti gli interessati e soprattutto agli alunni delle scuole presenti l'insegnamento di altruismo e di spirito di sacrificio lasciato da Renato Sclarandi. La S. Messa in suffragio di tutti i caduti celebrata presso la Pagoda dal Parroco Don Angelo Arisio ha concluso la toccante manifestazione.

Anno 1992

L'appuntamento più significativo per le due associazioni è stata la ricorrenza del 4 novembre. Con l'interessamento dell'Amministrazione Comunale è stata per la circostanza sostituita in Piazza della Chiesa la vecchia lapide con una nuova, che riporta tutti i nomi dei caduti sanganesi della prima e della seconda guerra ai quali si aggiunge il nome di Marco Matta caduto per la pace. Allo scoprimento della lapide e alla benedizione impartita da Don Angelo Arisio erano presenti gagliardetti alpini di paesi vicini e rappresentanti di altre armi, nonché un picchetto armato della Compagnia Cremona.
Una buona rappresentanza di bambini e ragazzi delle scuole elementari e delle medie accompagnati dalle loro insegnanti ha fatto corona alla manifestazione che ha alternato interventi di oratori a momenti di intensa commozione. La sfilata per raggiungere il Parco della Rimembranza cadenzato dalle note della Banda Musicale ha posto fine alla parte ufficiale della cerimonia.
La conclusione della giornata ha visto gli Alpini ed ex combattenti presso il Ristorante Accastello nella rievocazione di imprese ed episodi di cui sono stati protagonisti sotto le armi sia in pace che in guerra.
Con la promessa che l'affiatamento instauratosi fra i due Gruppi non dovrà mai venire meno, i partecipanti hanno sciolto la riunione.

Piero Sclarandi

Unitre di Sangano

L'Università della Terza Età di Sangano è nel suo quinto anno di attività: nata nel 1988 come sezione dell'UNITRE di Giaveno, si propone di contribuire alla preparazione culturale dei soci, attraverso corsi e laboratori inerenti varie discipline.
Gli iscritti sono anche quest'anno più di ottanta e la frequenza è assidua: durante le lezioni si nota un vivo interesse per i temi trattati; da parte dei docenti si manifesta una notevole capacità di rendere chiari ed accattivanti argomenti a volte molto complessi. L'attività dell'UNITRE è anche resa possibile dall'impegno costante della segretaria Sig.ra Ughetto, coadiuvata dalle Sig.re Beyrens e Boccacino.
Purtroppo, a Natale, è improvvisamente scomparsa la Sig.ra Elidia Gaviore che ricorderemo sempre per le sue doti di umanità e per l'impegno profuso sia come socia fondatrice della UNITRE di Sangano che come validissima segretaria e, recentemente, fidata consigliera.

Il Coordinatore Culturale Adele Cerri

San Rocco

Puntualissimi anche alla quinta e sesta edizione, gli abitanti del Borgo San Rocco si sono ritrovati il 1 6 agosto dello scorso anno e di quest'anno per festeggiare il Santo Patrono del Borgo.
Tutti gli anni aumenta il numero delle persone disposte a lavorare per far sì che ogni più piccolo particolare sia predisposto nel miglior modo possibile: più curato e più funzionale.
È migliorata l'organizzazione dei giochi pomeridiani che, oltre ai giochi per i bambini, prevede ormai '"na partia a le boce" per gli adulti, con premi in natura per tutti i partecipanti.
Quest'anno, poi, un folto gruppo di bambini, anche in tenerissima età, e di ragazzi ha potuto divertirsi con i giochi in piscina.
Questa è stata messa a disposizione da Tiziana e Stefano Scalabrini ed è stata allestita grazie alla disponibilità di alcuni abitanti del Borgo. L'iniziativa ha riscontrato successo e approvazione sia da parte di adulti che di piccini. Si è arricchito di premi il banco della "Lotteria Benefica" che ha perfezionato la loro esposizione usufruendo di un rimorchio che lo ha trasportato per le vie del Borgo.
È aumentata la generosità della gente che è intervenuta sia ai giochi pomeridiani, che agli incontri di preghiera, che al lauto "banchetto" serale e che ha sorteggiato tutti i biglietti della nostra lotteria, permettendoci di procurare le attrezzature che ancora mancavano per allestire la cena (attrezzature che rimangono a disposizione della Parrocchia); ma, soprattutto, permettendoci di iniziare, finalmente, in modo concreto le nostre piccole opere di beneficenza.
Lo scorso anno è stata premiata, dal nostro caro e simpaticissimo Don Angelo, la più giovane partecipante alla festa: la piccola Emilia, che si gongolava con una coppa quasi più grande di lei, tra gli applausi del pubblico. Un pensiero di ringraziamento è stato rivolto a Mira e Gianni, nostri gentili ospiti, che ogni anno ci consentono di realizzare, sotto i "mure" di Via Coletto, i nostri festeggiamenti. Quest'anno, invece, un sincero e doveroso ringraziamento è andato al nostro Sindaco Sig. Aldo Maritano, che, con affetto e devozione per il nostro San Rocco, si è impegnato a salvaguardarlo dal soffocare in mezzo al nuovo gruppo di case in costruzione. Nella speranza di continuare a migliorarci e di mantenere vivo l'apprezzamento della popolazione del Borgo e dei simpatizzanti, terminata l'estate, ci mobiliteremo per contribuire all'organizzazione del tradizionale presepio vivente, che ormai da tre anni vede la nostra partecipazione.

Gli amici del Borgo San Rocco

San Rocco 1992 giochi in piscina

Una nuova squadra A.I.B. per Sagano

Da dicembre, a Sangano, si è ricostruita la squadra dei Volontari Antincendi Boschivi, composta da un gruppo di volontari con in comune l'amore e la passione per la natura e la montagna. I volontari sono sempre pronti ad entrare in azione, 24 ore su 24, lasciando casa e lavoro per salvaguardare il nostro patrimonio boschivo. Uno dei compiti principali della nostra squadra, è quello di prevenire gli incendi, tenendo sempre puliti i sentieri, e a questo proposito, i volontari dell'Ai.B. Sanganese, stanno terminando proprio in questo periodo la pulizia dei sentieri delle Prese. A tutt'oggi la squadra è composta da 12 elementi, anche perchè purtroppo l'equipaggiamento a disposizione non permette di vestire più persone, ma uno dei prossimi obiettivi, è proprio quello di portare a 18 il numero dei volontari, in modo da riuscire a costruire tre squadre di sei uomini ciascuna, il che vorrebbe dire tre turni in caso di incendio. Purtroppo per fare si che questi obiettivi si trasformino in realtà, occorrono ingenti risorse finanziarie, e quindi sono ben accetti contributi e iscrizioni come soci sostenitori, acquistando la tessera 1993. A questo proposito, alcuni dei volontari, saranno presenti tutti i venerdì nelle vicinanze del mercato, per farsi conoscere, e dare ulteriori informazioni circa la loro attività.
Attualmente la squadra è guidata dal Presidente Bernardi Secondo e dal suo Vice Dominici Beppe, affiancati dal segretario Fenouil Christian, dal Revisore dei conti Bernardi Mario, e dai Consiglieri Mauro Beltramino, Ettore Brovia, Carlo Bruno, Silvano Converso, Piero Ferrarese, Gian Paolo Morini, Vittorio Pochettino e Tiziano Sola.

Stato civile 1991: nati 14 maschi e 18 femmine tot. 32 - decessi 32- matrimoni 28

Stato civile 1992: nati 18 maschi e 12 femmine tot. 32 - decessi 21- matrimoni 40

www— 1994 n. XIX —www

III Memorial Boccacino

Conosci il tuo paese? A questa domanda hanno risposto in modo inconsueto le scuole elementari e medie in occasione del III MEMORIAL BOCCACINO, tenutosi il 30 Maggio 1993. Servendosi della collaborazione degli abitanti del paese sono stati ricostruiti degli ambienti e delle scene tipiche della vecchia Sangano, animate dagli alunni e dalle maestre, che indossavano abiti dell'epoca, ricostruiti attraverso le foto di famiglia.
I numerosissimi ed entusiasti visitatori hanno potuto immergersi nell'atmosfera della piazza del paese, ombreggiata dal vecchio olmo ed animato dai giochi dei bambini, hanno potuto rivedere la trattoria del Gallo con la sua insegna autentica e ben conservata ed i tavolini affollati di avventori, la panetteria con il forno fiammeggiante, la scuola con gli alunni in grembiulino nero e le maestre munite di bacchetta. In un angolo è stato ricostruito l'ambiente de "LE PRESE" con la cucina, la stalla, è stato curato uno studio sulla disposizione delle case di montagna e sulle occupazioni tipiche.

La vijà ant la stalla

E" con la cucina, la stalla, è stato curato uno studio sulla disposizione della casa di montagna e sulle occupazioni tipiche. Le scuole medie hanno condotto uno studio sul tema "LA STORIA PASSA PER LE STRADE", dove sono state condotte delle ricerche sui personaggi a cui sono state intitolate le vie di Sangano e sulle costruzioni storiche. La giornata è culminata con una passeggiata nel nuovo parco dell'Acquedotto che sarà preso in gestione dal Comune.

La Trattoria del Gallo

Gruppo Alpini Sangano

Cari amici sanganesi, abbiamo appena concluso il nostro dodicesimo anno di attività. Attività che non si svolge solo in Sangano con gli ormai classici appuntamenti delle nostre feste e per la collaborazione che ci viene richiesta da altri gruppi che operano in Sangano. Fuori dal nostro Comune il Gruppo Alpini porta il nome di Sangano nelle feste di altri Gruppi dove i partecipanti non si salutano per nome e cognome, ma è tutto un'intrecciarsi di "Ciao Sangano" "Ciao Giaveno" e così via. Nell'anno 1993 sono stati tre gli avvenimenti importanti per il nostro Gruppo:
1 - la partecipazione al 1° Trofeo Alpino di Bocce a Cumiana il 28/02/1993 con i soci Drocco - Vigna - Perlo conquistando un prestigioso 2° posto dopo la squadra di Cumiana;
2 – Adunata Nazionale a Bari il 15/05/1993 dove i soci Chiesa – Recchia – Pagano e l’amico sostenitore Basso hanno portato il gagliardetto di Sangano accolti con calore e simpatia dalla popolazione pugliese;
3 - ultima ma prima per importanza la trasferta in camper del socio Recchia con la signora Angela e il figlio Miki nella lontana Russia e precisamente a Rossosch (più di tremila Kilometri da Sangano) raggiunto poi in seguito dal nostro capogruppo Gino. Perché il Gruppo Alpini Sangano a Rossosch?
Cercherò di spiegarlo in poche righe. Durante l'ultimo conflitto mondiale a Rossosch era installato il comando del 4° corpo d'armata Alpino. Dopo cinquant'anni l'Associazione Nazionale Alpini con il suo presidente nazionale Leonardo Caprioli e i suoi 350.000 soci ha deciso di costruirvi (chiamandola "Operazione Sorriso") un asilo a proprie spese per il materiale e il volontariato dei soci per la mano d'opera. La costruzione può ospitare circa 60 bambini ed è attrezzata di cucina - dormitorio pomeridiano - servizi - sala giochi - aule didattiche -giardino. Il tutto realizzato in tre anni lavorando solo nei mesi estivi a causa del clima rigido. Data dell'inaugurazione il 19/09/1993 alla presenza di tantissimi Alpini giunti con ogni mezzo (la sola colonna di camper era composta da 300 automezzi). Molte le autorità locali e italiane tra cui il Ministro della Difesa Fabbri.
I mezzi d'informazione italiani (stampa e TV) hanno quasi ignorato il fatto forse perché non fa "Audiance" come tangentopoli. Gli Alpini di Sangano hanno contribuito con offerte in denaro all'Associazione e con materiale didattico consegnato direttamente da Recchia alle maestre d'asilo. Grazie Recchia e Gino per averci rappresentato. Ritornando alla nostra vita associativa in Sangano vorrei lanciare un piccolo appello.
Il Gruppo è composto da circa 60 soci, sanganesi e non. Però sappiamo che gli abitanti di Sangano che hanno "fatto l'Alpino" e non sono soci, sono tanti. A loro dico "Vieni a trovarci l'ultimo venerdì di ogni mese nella nostra sede in piazza della Chiesa dalle 21 in poi, ti daremo tutte le informazioni che vuoi senza nessun impegno da parte tua, se non un bicchiere in compagnia".
CIAO A TUTTI.

Il Vice Capo Gruppo Mussetta Michele Antonio

San Rocco

Quasi senza rendercene conto, un anno è "volato" e ci siamo ritrovati ancora insieme in tanti a festeggiare San Rocco, il patrono del Borgo Vecchio del nostro Paese. Come sempre i bambini e i ragazzi hanno avuto modo di divertirsi lungo il percorso di giochi, predisposti con strutture particolari, anche per dimensioni, in cui, come spesso accade, la grande protagonista è stata l'acqua. La realizzazione dei giochi, un po' diversi dal solito, è stata resa possibile gra¬zie allo spazio che quest'anno avevamo: il campo, piuttosto esteso, proprio accanto alla Cappella di San Rocco, gentilmente messoci a disposizione dal Sig. Angelo Levrino. Ma si sono divertiti anche gli adulti giocando amichevolmente o alle bocce o a carte, al riparo dal sole, sotto il capannone montato, per l'occasione, con l'aiuto di alcuni componenti della Pro Loco di Corbiglia. Lo stesso capannone ha potuto ospitare più di centosessanta persone riunitesi in serata, dopo la S. Messa presso la Cappella, per la festa ormai consueta. Grazie alla collaborazione di molti, e alla partecipazione della gente, con il ricavato abbiamo potuto aiutare nuovamente, con una offerta, la Missione di Padre Davoli, in Kenya, conosciuto da molti degli abitanti del Borgo. Ancora un sincero grazie a tutti.

Gli amici del Borgo

A.I.B. volontari antincendi boschivi

Ad un anno dalla sua ricostruzione, la squadra A.I.B. sanganese, grazie anche ai cittadini di Sangano, al Comune, al Gruppo Alpini, agli animatori dell'oratorio è riuscita ad organizzarsi in modo efficace, per intervenire tempestivamente sugli incendi. Attualmente i mezzi a disposizione della squadra sono due, un Arro ed una Campagnola, più una pompa trainata della capacità di 800 litri, per far arrivare l'acqua sul posto dell'intervento. Nell'anno appena terminato, l'Associazione ha compiuto diversi interventi di pulizia sentieri del Paese, ed inoltre alcuni volontari, hanno accompagnato un gruppo di ragazzi delle scuole elementari alla Borgata Prese, per far capire loro l'importanza della salvaguardia della natura. Inoltre, va detto che l'azione di volontariato è stata molto sentita nel Paese, tanto è vero sono passati da 12 a 18 effettivi, tutti dotati di tute ignifughe e attrezzature accessorie, ed in questo modo è stata possibile la realizzazione di tre squadre operative di pronto intervento, ognuna composta da 6 volontari, pronti ad intervenire in ogni momento ed in ogni situazione.

Il tesseramento 93/ 94, ha permesso alla squadra sanganese l'acquisto delle nuove tute per i nuovi arrivati, ed inoltre l'acquisto di due radio veicolari più una da tenere nella futura sede legale, ed anche un motoventilatore necessario per l'aspirazione delle foglie dai sentieri, soprattutto in caso d'incendio. Da gennaio '94, la squadra ha iniziato a fare prevenzione, ovvero nelle giornate di vento, i volontari di turno, controllano assiduamente la zona, uscendo con i mezzi, e sono sempre pronti all'emergenza, 24 ore su 24.
A questo punto, l'Associazione, ha bisogno di una sede, da trasformare in base operativa, dove installare le radio ricetrasmittenti, e tenere i mezzi, in modo da essere sempre pronti ad intervenire tempestivamente sugli incendi.

Responsabile Bernardi Mario

Stato civile 1993: nati 9 maschi e 12 femmine tot. 21- decessi 35- matrimoni 27

www— 1995 n. XX —www

Un caro ricordo

Il 25 ottobre 1994 è improvvisamente mancato Aldo Maritano: dal 1965 consigliere comunale e dal 1975 Sindaco del Comune.
Un Sindaco, come è stato definito "a tempo pieno": impegnato non solo per il Comune ma per la Comunità Montana Val Sangone del quale fu dal 1975 ininterrottamente Consigliere e membro di Giunta, ricoprendo anche per un quinquennio dall'86 al 90 la carica di Vice Presidente, per l'U.S.S.L. 35 della quale fu membro dell'Assemblea, avendo come scopo precipuo la creazione di servizi migliori per la Val Sangone. Amministratore attento, oculato e onesto ma anche combattivo e caparbio se necessario, ha caratterizzato la storia del paese, lavorando con prudenza, senza avventure o iniziative eclatanti, senza dare spazio alla pubblicità, dedicando con sincerità e altruismo 20 anni alla nostra gente.
Un Sindaco al servizio dei cittadini" sempre presente in municipio, disposto ad ascoltare e risolvere anche i singoli problemi personali dei cittadini, che si rivolgevano a lui, sapendo di trovare al di là della parola di un Sindaco, l'appoggio e il consiglio di un amico fraterno, un aiuto morale e materiale, una parola ed un conforto.
Con la sua improvvisa scomparsa, non ha abbandonato Sangano in quanto la sua figura di amministratore e di uomo resterà un esempio da seguire, da ricordare e da tenere sempre vivo.

L'amministrazione Comunale

A.I.B. volontari anti incendi boschivi Sangano

I volontari anti incendi boschivi di Sangano sono ormai operativi sul territorio comunale da due anni. In questi non si è svolto il solo compito di spegnere gli incendi boschivi, per fortuna l'ultimo risale appunto a due anni fa, ma ci siamo impegnati anche in altre attività.
Il nostro obiettivo futuro è quello di essere per il Comune di Sangano una vera squadra di protezione civile e poter intervenire nelle diverse situazioni a soccorso della popolazione, non limitandosi all'ambiente boschivo.
Il compito è arduo in primis per l'attrezzatura che occorre avere, per fare diversi interventi serve equipaggiamento vario e sempre efficiente, insomma non è più come avere solo gli incendi boschivi per cui servono determinate motopompe, pale e tute ed una volta consumato qualcosa si sostituisce. In secondo luogo gli uomini devono essere efficienti, allenati e sempre disponibili, si può capire che una rosa di 18 volontari, tutti con i propri impegni di lavoro e famiglia, non è assolutamente sufficiente per affrontare sempre preparati tutto l'arco delle 24 ore.
Cosa si sta facendo in questo senso:
il primo passo in questa direzione è stato fatto acquistando una motopompa per prosciugamento della portata di 800 litri al minuto, l'acquisto delle manichette e delle lance per il funzionamento della stessa.
Le condizioni ambientali straordinarie di quest'anno, hanno poi fatto collaudare il mezzo ed addestrare gli uomini direttamente sul campo, sia sul territorio di Sangano che su quello di alcuni paesi fortemente alluvionati. La popolazione può quindi contare sul nuovo servizio di prosciugamento. Un secondo passo, da farsi sarà l'aumento dei volontari, invitiamo chi è desideroso di fare un'opera di volontariato estremamente attivo e che si senta in condizione di poter concedere una parte del suo tempo al bisogno della collettività a mettersi in contatto con la squadra, ricordiamo che i compiti all'interno della squadra non sono tutti uguali e tutti pericolosi si può essere molto utili anche in momenti in cui non c'è emergenza, ad esempio mantenendo in efficienza le attrezzature oppure durante gli interventi mantenendo i collegamenti radio o facendo da supporto operativo (vestiario o alimenti) durante interventi.
L’operatività nel '94
Nell'anno appena trascorso la squadra ha svolto compiti di spegnimento, pulizia, prevenzione, sensibilizzazione presso la popolazione e le scuole, supporto ad iniziative sportive, supporto per situazioni eccezionali nell'ambito comunale. In particolare sono stati fatti interventi d'estinzione incendi in Rivoli, Buttigliera Alta, Avigliana, Giaveno; interventi di dragaggio acqua in Sangano, Giaveno, Canelli, Bubbio. Nel Comune di Sangano sono stati puliti il campo sportivo e il parco giochi di fronte alle scuole, si è inoltre dato una mano per la riuscita della maratonina d'autunno con attenzione ai parcheggi e alla viabilità, si è fatto servizio durante l'esibizione del balletto per un regolare svolgimento della manifestazione.
L’alluvione:
La squadra di Sangano è intervenuta nei giorni del 5-6-7 novembre nel territorio comunale ove vi erano stati allagamenti, in particolar modo di piani interrati garage e cantine. Ha poi aperto alcuni passaggi all'acqua che stagnava in alcuni campi e che creava delle vie di falda che riempivano i locali più interrati di alcune case. Si è in seguito lavorato sul territorio di Bruino, sempre compatibilmente ai mezzi disponibili. Finito questa prima emergenza la squadra si è diretta, nella giornata di venerdì 10 novembre sul territorio di Canelli ove, diretti dal corpo forestale dello stato si è prestato aiuto nello sgombero di locali allagati e con fango di deposito, abbiamo poi cercato di liberare tombini dalle acque di scarico dalle macerie e dal fango che ne ostruivano il passaggio. Passando poi la notte ospitati dal comune di Bubbio della Val Bormida si è venuti a conoscenza della drammatica situazione di una fabbrica di stampaggio acciai ancora inondata dal fango di deposito, ci siamo quindi fermati a dare una mano agli operai che ormai da una settimana lavoravano con pale e carriole," avendo noi la possibilità di lavorare con la motopompa utilizzando il potente getto d'acqua per eliminare i depositi. La durata complessiva di tali operazioni è stata di sette giorni.
Impegni per il '95:
Per il prossimo anno la squadra si concentrerà sui problemi dell'ambiente nel nostro territorio a cominciare dalla sicurezza delle abitazioni nell'area perimetrale adiacente al bosco, creando una manica di sicurezza, questo con la collaborazione e i consigli del corpo forestale dello stato e del Comune di Sangano.
In secondo luogo verrà fatto un monitoraggio dell'ambiente boschivo con particolare riferimento ai sentieri carreggiabili o meno, al sottobosco, al dissesto geologico delle colline ed ai corsi d'acqua o ruscelli andando ad intervenire laddove ve ne sia la necessità per l'incolumità pubblica. Altre iniziative saranno mirate alla sensibilizzazione degli alunni delle scuole con brevi chiacchierate e magari qualche gita all'aria aperta, sperando nella partecipazione anche dei genitori.
Collegamento con le altre associazioni:
Nel nostro lavoro è importante la collaborazione tra associazioni di volontariato sia che queste abbiano gli stessi compiti sia che queste lavorino in campi completamente diversi. A questo proposito nell'ambito della Val Sangone si stanno sperimentando dei gruppi di lavoro.
Il primo è l'Area dei volontari anti incendi boschivi della Val Sangone, nata con l'adesione delle squadre di vallata alla neo associazione regionale A.I.B.
In questo ambito si cercherà una più stretta collaborazione delle squadre sia nell'intervento che nella prevenzione. Si è inoltre proposto di fare degli stage di aggiornamento durante il corso del '95 ove i volontari con più esperienza potranno passarla agli ultimi arrivati. Il secondo è il coordinamento di protezione civile della Val Sangone di cui fanno parte le squadre anti incendi boschivi, i vigili del fuoco, la croce rossa, il gruppo ANA, il soccorso alpino, il CAI. In questa sede il coordinamento è più complesso data la quantità di personale a disposizione e le mansioni espressamente diverse. L'idea è buona la volontà anche, si spera di imbastire un discorso operativo il più presto possibile, anche se le recenti piogge hanno già fatto scattare alcuni piani studiati in quest'anno di funzionamento.
La squadra di Sangano si è iscritta quest'anno al registro regionale di protezione civile essendo stata considerata idonea dalla giunta della regione Piemonte con decreto n. 4595.
Necessità di una sede:
La più grossa necessità della nostra squadra è l'avere un luogo idoneo dove ricoverare i mezzi e le attrezzature sin qua comprate.
Dovendo essere questo luogo con determinate caratteristiche l'unica possibilità nell'effettuare tutti i lavori di finitura e costruzione ma il nostro budget non ci permette in altro modo di provvedervi.

Festa del Borgo San Rocco

16 Agosto 1994 una bella e calda giornata di mare!... naturalmente con una semplice ambientazione e tanta fantasia, ma che importa? Ci siamo divertiti tutti prolungando e anticipando le ferie e sostituendole, addirittura, con questa giornata che è un appuntamento di rito per il Borgo San Rocco. Numerosissimi sono stati i giovani partecipanti che, con l'attrezzatura da spiaggia, sono intervenuti ai nostri giochi acquatici, con tanto di piscina, gentilmente offerta per la seconda volta dai coniugi Calabrini. Al termine dei giochi il Gruppo A.I.B. di Sangano, che ha collaborato con noi per l'allestimento tecnico delle strutture, ha dato dimostrazione delle proprie nuove attrezzature e delle loro possibilità di utilizzo. Punta record anche per il numero di partecipanti alle partite pomeridiane delle bocce e delle carte e alla tradizionale cena: ben duecento commensali. Un successo anche quest'anno, quindi, grazie alla collaborazione e alle attrezzature di Renato Correndo, conosciuto da tutti in paese, alla disponibilità dell'Impresa Edile " Dora", alle nuove risorse di "mente e braccia" di Paolo e Tiziana che, con nostro grande piacere, si sono uniti al nostro gruppo, e , ovviamente, alla partecipazione degli abitanti, anche del nuovo villaggio del Borgo a cui diamo ufficialmente il Benvenuto.
Con un milione ricavato dalla festa, e altre offerte pervenuteci successivamente, abbiamo dato un piccolo contributo alle popolazioni alluvionate dell'astigiano consegnando all'Ist. Don Bosco di Asti il materiale richiestoci in data 13/11/94. Siamo contenti di averlo fatto, anche se è stata una piccola cosa, ma il gesto di solidarietà ci ha infuso forza e coraggio, ci ha fatto sentire più vicini, più amici, più uniti e pronti nell'affrontare e condividere le difficoltà improvvise. Un GRAZIE di cuore a tutti!

Gli amici del Borgo San Rocco

Passa la Banda!!

Passa la Banda... e suona per voi!

Sembra una filastrocca senza senso, ma non è così: verificato di persona!
Questo autunno appena trascorso, finite le ferie, ripreso il solito noioso tran-tran, ci si guardava con aria avvilita, pensando con amarezza che le cose belle, di solito, durano sempre troppo poco.
Cosa fare per ristabilire l'equilibrio?
Noi siamo chiamati "i banditi", nel senso buono s'intende, e così, con banditesco ardore, armati di trombe e tromboni, zigzagando per il paese siamo andati a dire a tutti che le cose belle ci sono sempre, solo che a volte ci vuole una spinta per vederle ed apprezzarle. E' vero, confermato! Anche quest'anno riproporremo con lo stesso entusiasmo i nostri momenti musicali e se siamo riusciti a convincervi, unitevi a noi accogliendoci con simpatia.

La Banda

Gruppo Alpini Sangano

Cari amici Sanganesi, anche quest'anno ci troviamo sulle pagine del notiziario per raccontarvi la nostra attività 1994.
Oltre ai classici appuntamenti (che tutti certamente conoscete) in Sangano vogliamo segnalarvi quanto segue:
1) - 14 – 15 maggio ADUNATA NAZIONALE a Treviso.
Come definire questa adunata? Solo due parole, IMPONENTE – partecipano circa 400.000 Alpini più familiari e accompagnatori. COMMOVENTE l’accoglienza degli abitanti della MARCA TREVIGIANA è stata insuperabile. Detta all’Alpino” na bela adunata”. Un esperienza che tutti dovrebbero vivere almeno una volta.
2) - 17 luglio Gita sociale al rifugio "CIAO PAIS" quota 1800 s.l.m. Durante una riunione il Direttivo del Gruppo decide di offrire ai propri soci, collaboratrici e collaboratori un viaggio e pranzo al rifugio (che è di proprietà della Sezione Alpini di Torino).
Partenza da Sangano in pullman fino a Salice d'Ulzio, poi zaino in spalla e "su a unge" (a piedi) per una stradina in terra battuta, tra boschi di conifere e profumi di natura. Dopo un'ora di marcia eccoci arrivati, la tavola è già pronta, l'appetito è diventato vera fame (effetto combinato altitudine più scarpinata) e tutti fanno onore agli ottimi cibi che ci vengono serviti da graziose fanciulle. Nel pomeriggio improvviso arriva un breve e rumoroso temporale, ma noi sazi e al riparo lo affrontiamo con la tradizionale "cantumne una" (cantiamo una canzone).
Dopo una visita alla vicina Cappella votiva degli Alpini prendiamo la via del ritorno. Ammirazione per i "veci alpini" Bonavero, Novarino e Sclarandi tutti sopra i 60 anni per la grinta e vigoria fisica dimostrata.

3) - 6 novembre Festa delle Forze Armate della Vittoria, 15-18, inaugurazione del monumento funerario ai caduti sanganese. L'Amministrazione Comunale con la collaborazione dell'Associazione nazionale ex Combattenti decide di commemorare il cinquantenario della morte dei partigiani sanganesi trasferendo i resti dei nostri caduti dal vecchio al nuovo cimitero. Vengono recuperate dalla vecchia tomba le parti più significative, le lapidi, la figura del partigiano restaurata da Andrea e i due proiettili da cannone con la catena di recinzione ripristinati dall'alpino Guglielmo, ai quali va il nostro plauso per l'ottimo lavoro.

A causa del maltempo (che ha colpito in modo drammatico il nostro Piemonte) la celebrazione si è svolta nella Pagoda con l'intervento di Sclarandi Piero Alpino e Partigiano e di Audisio sindaco di Sangano. Gradita è stata la partecipazione degli alunni delle scuole elementari e medie.
Il Gruppo Alpini ha partecipato come rappresentanza e come supporto logistico.
Questo è ciò che abbiamo fatto nel 94, che faremo dopo? Una piccola anticipazione, nel 96 il nostro Gruppo compie 15 anni e quasi sicuramente organizzeremo la nostra festa seguendo il motto della Sezione Alpini di Torino alla quale noi apparteniamo.
Motto che dice: "Ricordare i nostri morti aiutando i vivi".
Prima di chiudere, il Gruppo Alpini di Sangano rivolge un pensiero all'amico Sindaco di Sangano Aldo Maritano, marinaio ed ex combattente che troppo presto ci ha lasciato.

Ciao a tutti

Stato civile 1994: nati 15 maschi e 17 femmine tot. 32 - decessi 27- matrimoni 38

 

Pag 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29